Viaggio alla scoperta del ’Fellini onirico’

Il Salotto d'autore al Museo della Marineria di Cesenatico esplora il tema "Fellini onirico", focalizzandosi sulle radici e l'ispirazione del regista nel casolare di Gambettola. Monica Vincenzi e Luigi Casa presenteranno i loro libri sull'opera di Fellini, approfondendo la sua creatività e il suo legame con l'infanzia.

Viaggio alla scoperta del ’Fellini onirico’

Monica Vincenzi e Luigi Casa oggi pomeriggio al museo della Marineria

"Fellini onirico" è il tema dell’appuntamento del Salotto d’autore che si terrà oggi pomeriggio alle 16 al Museo della Marineria, per la regia dell’Università per gli adulti di Cesenatico. Dai ricordi dell’infanzia alla creatività della produzione artistica del grande regista, si parlerà assieme a Monica Vincenzi e Luigi Casa, per ricordare e far conoscere un luogo di particolare rilevanza dove, forse, un bambino curioso e osservatore ha iniziato a sognare, accompagnandolo, da adulto, a riproporre nei suoi film momenti preziosi dedicati all’infanzia, ai suoi riti anche magici popolati da donne, vissuti nella campagna circostante e permeati da quel sentimento nostalgico ma ricco di simboli che ha profuso nelle nostre riflessioni e nella nostra immaginazione. Questo luogo si trova a Gambettola ed il luogo è il casolare dove i nonni paterni abitavano, inserito nella campagna dove Federico Fellini da piccolo viveva le sue estati, coccolato dentro e fuori le mura domestiche. Nella prima parte dell’incontro sarà proiettato un piccolo filmato curato da Sabina Magalotti, per delineare le origini del maestro che molti pensano siano più radicate a Rimini; Amarcord infatti rievoca la città di riviera, ma è in Otto e ½ che la casa dei nonni è rappresentata in tutta la sua armonia ricca di suggestioni indimenticabili. Monica Vicenzi e Luigi Casa, sono una coppia che scrive libri all’unisono. Monica è pedagogista clinica e Luigi è geologo e scrittore. La loro passione per studiare la vita e le opere di Federico Fellini li ha portati a consultare testi, ad analizzare filmati e ciò ha prodotto la realizzazione di tre libri: due sui sogni, "Fellini il sogno" e "Fellini onirico" dopo l’uscita del Libro dei sogni pubblicata dagli eredi di Fellini anni dopo la sua scomparsa; il terzo libro sull’analisi dei film, "Fellini metafisico", è invece un interessante e prezioso documento per meglio comprendere l’opera felliniana. L’incontro, condotto dalla giornalista Alma Perego, si pone l’obiettivo di divulgare, partendo dalle origini, l’opera del grande regista e del "lavoro notturno", come lo definiva Fellini, rimanendo ancorati al motto più volte citato nel corso delle sue interviste, "Fellini non inventa, fa lievitare la narrazione".

g.m.