Spari alla finestra dei genitori, figlio nei guai

Civitanova: colpi di carabina nella notte, le indagini della polizia risalgono al giovane che era in compagnia di un amico. Entrambi sono stati denunciati

Migration

Civitanova, 20 settembre 2023 – Mentre dorme sparano colpi di carabina contro le finestre della sua casa e le indagini della polizia portano alla denuncia di due giovani, e tra questi c’è il figlio. Il fatto è accaduto il 17 settembre.

Alle 7 l’equipaggio della volante del Commissariato è intervenuto nell’abitazione di un uomo residente a Civitanova che aveva chiamato il 113 dopo aver visto un foro sul vetro della finestra della sua camera da letto, compatibile con quello di un proiettile. Agli agenti riferisce che intorno alle 4, mentre insieme alla moglie dormiva in camera da letto, aveva sentito un rumore che lo aveva svegliato di soprassalto. Si alza e fa un controllo per le varie stanze, senza riscontrare però nulla di anomalo e allora torna a dormire.

Ma, verso le 6.30, ecco che sente un altro colpo, analogo al primo, e stavolta si accorge che sul vetro della finestra della camera da letto c’era un foro compatibile con un buco causato da un proiettile. Dagli accertamenti dei poliziotti del Commissariato, anche attraverso l’ascolto di svariati testimoni, è emerso che nell’ultimo periodo erano sorti dissapori in famiglia e su quel filone si indirizzano le indagini dalle quali emerge che il figlio 20enne del padrone di casa aveva deciso di andarsene a vivere altrove. Nell’arco di poche ore, anche attraverso la visione delle immagini registrate dal sistema della video sorveglianza del Comune, la polizia rileva il transito di un’auto nelle vicinanze della casa danneggiata e in un orario compatibile con l’atto intimidatorio. In poco tempo è stato rintracciato il proprietario del veicolo, anche lui ventenne e amico del figlio dell’uomo che aveva chiesto l’intervento della volante.

La perquisizione effettuata nell’abitazione del giovane ha dato esito negativo mentre all’interno della sua macchina è stata trovata, e sequestrata, una carabina ad aria compressa con relativi piombini calibro 4.5, proiettili compatibili con quello sparato contro la finestra e i cui frammenti sono stati rinvenuti e recuperati all’interno della camera da letto. Subito dopo è stato rintracciato anche il figlio del proprietario dell’abitazione, che aveva trascorso la notte in un appartamento messo a disposizione dal suo amico. Al termine dell’attività investigativa, i due giovani sono stati denunciati all’autorità giudiziaria e dovranno rispondere dei reati di porto di strumenti atti ad offendere, di minaccia aggravata e danneggiamento.