Che suono l’ottava sinfonia. Una Yuasa Battery da urlo. Ortenzi: "E’ stato difficile»

Sono occorsi cinque set ma la sensazione è sempre stata quella di una squadra "in controllo". Un successo che ha un peso specifico molto alto per il gruppo .

Una Yuasa Battery da urlo. Ortenzi: "E’ stato difficile"
Una Yuasa Battery da urlo. Ortenzi: "E’ stato difficile"

Una lunga maratona per sfatare un tabù per Grotta e allungare ad otto la serie di successi stagionali. Insomma l’ottava meraviglia stagionale pesa ulteriormente per la Yuasa Battery che batte Cantù che lo scorso anno, proprio in terra lombardo, inflisse una pesante sconfitta ai grottesi e che è sempre stata avversario tostissimo. Ci sono voluti cinque set ma la sensazione è sempre stata quella di una squadra "in controllo" della gara nonostante un Gamba, l’opposto di casa, capace di mettere a terra 28 palloni con il suo mancinone, cui ha risposto il soluto super Bruening. Un successo che ha un peso specifico molto alto per il gruppo e questo lo ha sottolineato nel post gara coach Massimiliano Ortenzi, preciso nel puntualizzare tutte le varie insidie possibili che i suoi ragazzi hanno incontrato. "E’ stata difficile come ce l’aspettavamo e come avevamo visto nel prepararla. Un campo complicato contro una squadra solida e con buoni turni di battuta, con opposto e centrale da grandi numeri. E questo lo abbiamo ritrovato in gara. Poi è chiaro, ci sono momenti in cui vanno gli avversari vanno contenuti e serve avere pazienza. Altri nei quali è necessario spingere maggiormente. In certi momenti nel secondo e quarto set abbiamo avuto spesso fretta di chiudere e l’abbiamo pagata. Nel quinto poi abbiamo spinto bene e fatto tante cose molto bene anche a muro e in ricostruzione, trovando giocate anche di altissimo livello. In alcune fasi di punto a punto ci sta di fare degli errori, come avvenuto negli ultimi punti del quarto set che hanno spostato l’esito del parziale in loro favore" Proprio da questo punto di vista l’analisi di Ortenzi va a toccare un punto sul quale la squadra sta lavorando, una squadra che va ricordato è nuova per otto elementi sui tredici totali: "Dobbiamo saper sopportare maggiormente quando siamo in difficoltà e quando il nostro attacco non è efficace come al solito: in quelle fasi bisogna stare li e mantenere la barra dritta, aspettando il nostro momento con pazienza e capacità di leggere i momenti. Io sono molto contento sia di come abbiamo reagito nel quinto set sia di come abbiamo gestito". Poi la vittoria, l’ottava stagionale, ha un peso importante e anche una citazione speciale questa volta: "Siamo contenti molto della vittoria, ragioniamo sulle cose fatte e sono tante positive. Ma stavolta una menzione speciale va fatta a Marchiani: Manuele stava male e ha stretto i denti alla grande". Ed ora si torna a sudare in palestra, prossima tappa domenica alle 18 contro Ravenna al Pala Grotta.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su