Fermana nella tana della capolista Cesena: "Ci servono punti, non partiamo sconfitti"

Protti carico: "La squadra sta bene ed è in salute. Per fortuna il mercato è finito, ora dovremo portare i nuovi arrivati in condizione"

Fermana nella tana della capolista Cesena: "Ci servono punti, non partiamo sconfitti"
Fermana nella tana della capolista Cesena: "Ci servono punti, non partiamo sconfitti"

Finalmente si parla solo di campo. Il calciomercato è ufficialmente chiuso e il febbraio della Fermana parte dalla super sfida contro il Cesena. Fischio d’inizio in programma alle 20:45 di questa sera all’Orogel Stadium Dino Manuzzi. Il più classico dei testa coda tra la capolista e l’ultima in classifica. Ma mister Stefano Protti alla vigilia della partita ha avvisato tutti: "Il Cesena è la super favorita del campionato, lo era all’inizio e lo sta dimostrando ampiamente. Lo sappiamo, ma a noi servono punti e non possiamo andare lì pensando di essere già sconfitti. Andiamo, ce la giochiamo, e vediamo fino a dove saremo bravi ad arginarli. una macchina da guerra stratosferica in tutti i reparti. Per darvi un’idea vi dico questo: tutte le riserve bianconere nella Fermana sarebbero titolari. Hanno un tecnico bravo e vincente e dei tifosi non da B ma da A".

Guai a partire già da sconfitti. Gialloblù che giocheranno ancora una volta prima dell’Olbia, diretta concorrente per un posto ai playout. I sardi scenderanno in campo domenica contro la Carrarese. Il mister viene poi interpellato sulla chiusura del mercato: "Finalmente si può guardare soltanto al campo. È stata una telenovela. Secondo me non è neanche giusto giocare 20 giorni con il mercato aperto. Non sai mai chi ti ritrovi dentro lo spogliatoio da un giorno all’altro o chi se ne va. È stata una situazione difficile e grazie a Dio è finita". Nove addii e undici nuovi arrivi, la rivoluzione "qualitativa" che ci si aspettava è stata fatta e si può pensare solo al calcio giocato.

"Adesso siamo questi. Oggi ci siamo guardati in faccia: chi c’è con il cuore, con la testa e con gli attributi giusti è dentro e lotta con noi fino alla fine. Chi avrà idee diverse farà la corsa attorno al campo". Condizione sempre migliore per i giocatori che si sono uniti alla squadra a gennaio: "Tra i ragazzi nuovi c’è qualcuno che sta aumentando il livello di condizione e sta prendendo ritmo. Abbiamo qualche giocatore nuovo che non era al 100% e avrà bisogno di altri 10/15 giorni per essere inserito perché veniva da un piccolo infortunio". Ovvero Ivan De Santis, arrivato in prestito dal Taranto nella sessione invernale. Problemi che già si conoscevano e di lieve entità.

"Due sono arrivati in questo momento, poi li valuteremo". Riferimento a Sorrentino e Giovinco che, dopo aver firmato nelle ultime ore di calciomercato, sono arrivati al Pelloni. Il primo era in città in mattinata e ha svolto la seduta, mentre l’ex Catania è arrivato al campo proprio durante la rifinitura e si è subito unito. "Entrambi stanno bene, hanno giocato e vediamo se già contro il Cesena potranno darci una mano". Sulla probabile formazione che scenderà in campo, gli undici di Recanati sono i favoriti: "Quelli che hanno giocato venerdì sera hanno fatto molto bene, come quelli entrati. La squadra sta bene ed è in salute. Dobbiamo solo organizzarci come gruppo e nella mentalità". Tra i convocati non ci sono Tilli e Vessella che sono finiti fuori rosa dopo i tanti nuovi arrivi.

Filippo Rocchi