Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Cybersicurezza, alleanza tra Comuni

L’amministrazione: "Protocollo molto importante. Ci sarà una forte richiesta. di esperti in questo settore"

Un incontro promosso dai vertici dell’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, sempre più in prima linea in questo momento di attacchi informatici
Un incontro promosso dai vertici dell’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, sempre più in prima linea in questo momento di attacchi informatici
Un incontro promosso dai vertici dell’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, sempre più in prima linea in questo momento di attacchi informatici

Anche Imola aderisce al patto sulla sicurezza informatica promosso da Comune di Bologna e Città metropolitana, tra le cui priorità ci sono la migrazione dei dati e degli applicativi informatici delle singole amministrazioni verso un ambiente cloud aggregando gli enti locali, il reclutamento di nuovo personale tecnico esperto in cybersecurity, la promozione di percorsi innovativi per il reclutamento e la formazione di nuovo personale come lo strumento del corso-concorso e l’avviamento, in collaborazione con gli Istituti tecnici superiori, di un percorso per la formazione di tecnico specialista in sicurezza informatica per la pubblica amministrazione.

"Questo protocollo d’intesa riveste grande importanza per il tema della sicurezza informatica del mondo della pubblica amministrazione e delle imprese e avrà un forte riscontro anche sul tema del lavoro, per la enorme richiesta di addetti nella cybersicurezza che è uno degli interventi principali anche del Pnrr", commentano il sindaco Marco Panieri e l’assessore Pierangelo Raffini. I ringraziamenti del primo cittadino e del titolare della delega alle Attività produttive, vanno al parlamentare Serse Soverini, "che sia a livello di Governo sia a livello metropolitano si è molto impegnato su questo tema, fino alla realizzazione di una cabina di regia a livello metropolitano guidata dall’assessore del Comune di Bologna all’Agenda digitale e uso civico dei dati, Massimo Bugani e dal consigliere metropolitano con delega all’Agenda digitale metropolitana, Franco Cima".

Nel complesso, hanno aderito 50 Comuni su 55 dell’area metropolitana e altri lo faranno nelle prossime ore. "Anche le vicende delle ultime ore con gli attacchi hacker a siti italiani, tra cui quelli di Senato e Difesa, dimostrano come i progetti che stiamo mettendo in campo per proteggerci di fronte alle minacce digitali siano necessari", sottolineano Bugani e Cima.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?