Quotidiano Nazionale logo
2 apr 2022

"Fegatella, è ora di agire anche sulla parte storica"

Il portavoce degli Amici: "Bene gli interventi sulla struttura più recente e sul parcheggio, ma attendiamo da anni migliorie annunciate più volte"

Giovanni Bellosi, portavoce del comitato Amici della Fegatella
Giovanni Bellosi, portavoce del comitato Amici della Fegatella
Giovanni Bellosi, portavoce del comitato Amici della Fegatella

Messa in sicurezza per l’uscita del parcheggio di viale Terme, mentre è sempre più vicino l’inizio dei lavori di miglioramento della nuova Fonte e intanto arriva un nuovo appello per riportare ai fasti di inizio millennio la storica Fonte sul lato opposto del viale.

Primavera movimentata per la zona più suggestiva di Castel San Pietro, e anche la più apprezzata dai turisti. Proprio negli ultimi giorni il Comune ha provveduto a risolvere un problema di sicurezza che insisteva all’uscita del grande parcheggio del Lungo Sillaro che immette in viale Terme. Come più volte aveva sottolineato il portavoce del comitato ‘Amici della Fegatella’, Giovanni Bellosi, che presidia tutto l’anno la zona per ‘vigilare’ sulle Fonti, "esiste un problema per chi esce dal parcheggio, che si trova coperto dalla siepe. Un problema di sicurezza ancora più preoccupante se si pensa a un bambino, che può sbucare correndo senza essere visto dalle vetture in uscita".

Ebbene, proprio negli ultimi giorni il Comune ha risolto la questione provvedendo ad accorciare di una decina di metri la siepe, garantendo così una visuale ottimale per i mezzi in uscita dal parcheggio. L’ulteriore consiglio che dà Bellosi, ora, è quello di "addolcire lo spigolo del marciapiede. Molte macchine si sono rovinate gli pneumatici urtando lo spigolo, e per evitarlo si è indotti a uscire allargando troppo la curva, rischiando dunque l’impatto con chi discende viale Terme".

Spostandosi di pochi metri, dovrebbero partire tra poche settimane i lavori di sistemazione della piccola Fonte annunciati dal Comune negli scorsi giorni, intervento accolto con soddisfazione da Bellosi e dal Comitato. "Aumentare i rubinetti e ovviare al problema dell’acquitrino che si crea per via delle caditoie troppo strette garantirà una miglior fruibilità per i tanti che vengono a prelevare l’acqua. Ringraziamo l’amministrazione comunale, e chiediamo prenda in considerazione l’ipotesi di posizionare nell’area verde adiacente la fonte qualche tavolo e panchina in più, visto che c’è tanta richiesta soprattutto dalla primavera all’autunno".

Il Comitato, poi, è pronto a interfacciarsi nuovamente con il comune anche per i lavori alla Fonte storica: "Abbiamo raccolto mille firme per chiedere gli interventi di miglioria cinque anni fa: l’assessore sul Carlino ha rassicurato sull’importanza dell’intervento senza però riuscire a stabilire tempi. Vorremmo aprire un confronto appena possibile, rivedere la Fonte bella com’era fino a un ventennio fa è importante per i castellani e per chi visita la nostra città".

Claudio Bolognesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?