Andrea Costa-Vicenza. Di Paolantonio cauto:: "Dovremo stare attenti»

Andrea Costa affronta oggi Vicenza in una sfida decisiva per la salvezza. Coach Di Paolantonio richiama all'attenzione sui veneti, ultimi in classifica, e sulla necessità di una grande attenzione difensiva. Un tour de force attende i biancorossi, con l'entusiasmo dei tifosi e possibili scenari societari.

Di Paolantonio cauto:: "Dovremo stare attenti"

Di Paolantonio cauto:: "Dovremo stare attenti"

Un’altra sfida decisiva per la salvezza attende l’Andrea Costa che oggi pomeriggio al Ruggi (palla a due alle 18, arbitri Melai e Frosolini) affronta Vicenza. Nessun acciacco di rilievo nel gruppo di coach Emanuele Di Paolantonio chiamato a non sottovalutare i veneti, ultimi in classifica. "Dobbiamo fare grossa attenzione a Vicenza – dice –, perché se è vero che sono il peggior attacco del girone e nel tiro da tre punti, hanno però cambiato fisionomia inserendo Lurini e Bugatti, preziosi già nella vittoria su Jesi. Servirà una gara di grande attenzione difensiva, soprattutto uno contro uno, poi chiudere l’area facendo attenzione anche al tiro da fuori dove è in crescita. In attacco l’obiettivo è sempre cercare il miglior tiro possibile all’interno del sistema".

Dopo Vicenza ci sarà un altro tour de force per i biancorossi, con le sfide a Taranto (giovedì sera) e con Ozzano (domenica). "Affronteremo forse la trasferta più impegnativa, rientrando venerdì mattina per giocare di nuovo domenica. Dovremo gestire bene i carichi, magari anche i minuti in campo". Uscendo dal parquet, tra l’entusiasmo dei tifosi e i possibili nuovi scenari societari, anche Di Paolantonio e la squadra percepiscono un cambio di umore verso l’Andrea Costa. "Girando per Imola sento grande fermento tra la tifoseria. Inoltre l’apertura dell’attuale proprietà a nuove forze imprenditoriali è un ulteriore segnale positivo di come si voglia fare bene. Con i nostri risultati speriamo di aiutare il club a lavorare più serenamente". Infine sull’esonero dell’ex collega di derby Marco Regazzi, che tanto fa discutere i tifosi gialloneri: "Dispiace sempre quando un collega viene esonerato ed è un rischio del mestiere, ma sono sicuro che Regazzi saprà andare avanti dimostrando con i risultati di poter ottenere credito e fiducia ovunque".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su