Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Passione Balsamico: sempre più bottiglie

Il tradizionale Dop fa segnare un +27% rispetto all’anno scorso. E il turismo gastronomico riparte con le visite in acetaia

La presentazione dei dati
La presentazione dei dati
La presentazione dei dati

Il 27% in più di prodotto imbottigliato nei primi quattro mesi del 2022 rispetto all’anno precedente: questi i numeri che riguardano la produzione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop emersi ieri, in occasione delle assemblee dei soci del Consorzio Produttori Antiche Acetaie e di Abtm Servizi Srl convocate nel pomeriggio nella sede di Vaciglio per l’approvazione dei rispettivi bilanci d’esercizio. Secondo i dati presentati dal presidente di entrambe le sigle, Mario Gambigliani Zoccoli, nel periodo gennaio-aprile 2022 il centro di imbottigliamento di Abtm Servizi, autorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, ha preparato 11.816 bottigliette Giugiaro da 100 ml di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop, di cui 5.760 di Extra Vecchio, quindi con oltre 25 anni di invecchiamento nella batteria di botti. Nel 2021 si parlava di 9.289 bottiglie nello stesso periodo: la crescita per l’Abtm invecchiato almeno 12 anni è stata del 2% mentre più consistente è quella dell’Extra Vecchio pari ad un +27%. L’imbottigliato totale del 2021 di Abtm Servizi Srl si era attestato sulle 46.118 unità.

I numeri sull’imbottigliamento rappresentano una cartina di tornasole per capire se c’è richiesta e vendita in generale, considerato che i produttori tendono a procedere al confezionamento dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop. nel momento in cui si vedono prospettive di vendita e di distribuzione. Durante le due assemblee è emerso anche come in queste settimane sia ripartito velocemente il turismo gastronomico su Modena e provincia, comprese le visite in acetaia, vero e proprio volano per la vendita di questa unicità del territorio. Alcune aziende hanno confermato come la prima distribuzione della ’Mappa del Turista Balsamico e altri tesori gastronomici nella provincia di Modena’, recentemente presentata dal Consorzio Produttori Antiche Acetaie, ha portato nelle aziende nuovi visitatori, sia italiani che esteri.

L’aumento dell’imbottigliato a cascata porta positivi vantaggi anche per i bilanci approvati nelle assemblee. Abtm Servizi registra un +10,5% nei ricavi delle vendite e delle prestazioni (320.075 euro nell’intero 2021), sebbene ci siano stati, in linea con il contesto generale, aumenti nei costi di produzione (+14,7%). Il Consorzio Produttori Antiche Acetaie porta il valore totale della produzione nel 2021 a 81.411 euro (+7,7% sul 2020) ma anche in questo caso i costi di produzioni hanno avuto un peso maggiore rispetto agli anni precedenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?