Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 mag 2022

"Serra di Porto, finalmente un sostegno"

Pavullo, i residenti plaudono alla mozione della minoranza che chiede lo spostamento del progetto della Casa della Comunità

12 mag 2022

Si dicono "soddisfatti" i residenti di Serra di Porto dopo la presentazione, ieri, di una mozione congiunta dell’opposizione sulla Casa della Comunità. La mozione sembra aver sposato la richiesta più drastica dei residenti: lo spostamento del progetto di costruzione della struttura Ausl dal campetto di via Coppi in un’altra area. Possibilità che, da quanto trapelato martedì, appare abbastanza complicata per via delle scadenze Pnrr. In attesa dell’incontro di lunedì con Giunta ed Ausl, che potrebbe diventare decisivo, intanto arriva il plauso alla minoranza del consiglio comunale: "La mozione ci fa comprendere che possiamo ancora raggiungere il risultato migliore per la nostra piccola comunità – dicono i referenti di Serra di Porto -. In queste occasioni si ha bisogno di tutto il coinvolgimento possibile, anche del supporto politico. Le battaglie di questo tipo, quando il piccolo cittadino si scontra con il potere politico, sono asimmetriche da sempre. Noi crediamo che ci siano posti diversi per posizionare il bene pubblico, senza modificare viabilità e urbanizzazione, senza ridurre un parco pubblico. Perciò – concludono - siamo soddisfatti che la nostra petizione abbia sposato il buon senso della parte politica di opposizione". Residente in Serra di Porto è anche il consigliere di Idee in Comune, Pavullo Coraggiosa e M5s Stefano Scaruffi. L’ex assessore ai Lavori pubblici nella giunta Canovi, nonché firmatario della mozione, interviene sul punto: "In paese si sono sentite varie soluzioni sulla collocazione della Casa della Comunità: di fatto l’ubicazione scelta dall’Amministrazione è la peggiore fra tutte le possibili – nota -. Relativamente alla ricerca di un’area alternativa, nessuno ha la bacchetta magica, tanto meno io ho la presunzione di avere la soluzione in mano: la situazione va approfondita. Secondo me sarebbe stato possibile ragionare maggiormente sull’area dietro alla futura Casa del volontariato".

Riccardo Pugliese

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?