Come devo regolarmi con i tributi comunali? E con le bollette? Posso andare all’anagrafe a rinnovare la carta d’identità? E le tasse universitarie di mio figlio? È una lista infinita di dubbi e domande quella che interessa gli adempimenti fiscali di ogni grado e ordine. In questa fase di emergenza massima, infatti, diventa praticamente impossibile – non soltanto economicamente – far fronte a tutte gli impegni e le necessità, sia per un privato che – non dimentichiamolo – le imprese, azzoppate da una situazione senza precedenti. Ecco allora una sorta di vademecum per orientarci nella geografia dei rinvii e delle sospensioni. Automobili L’Emilia-Romagna (quindi anche a Modena) ha prorogato le scadenze dei bolli auto di marzo e aprile al 30 giugno. I Decreti legge del Governo, poi hanno già allungato la copertura assicurativa a 30 giorni (anziché i soliti 15 giorni), per le scadenze fino al 30 aprile. Bollette Sul...

Come devo regolarmi con i tributi comunali? E con le bollette? Posso andare all’anagrafe a rinnovare la carta d’identità? E le tasse universitarie di mio figlio? È una lista infinita di dubbi e domande quella che interessa gli adempimenti fiscali di ogni grado e ordine. In questa fase di emergenza massima, infatti, diventa praticamente impossibile – non soltanto economicamente – far fronte a tutte gli impegni e le necessità, sia per un privato che – non dimentichiamolo – le imprese, azzoppate da una situazione senza precedenti. Ecco allora una sorta di vademecum per orientarci nella geografia dei rinvii e delle sospensioni.

Automobili

L’Emilia-Romagna (quindi anche a Modena) ha prorogato le scadenze dei bolli auto di marzo e aprile al 30 giugno. I Decreti legge del Governo, poi hanno già allungato la copertura assicurativa a 30 giorni (anziché i soliti 15 giorni), per le scadenze fino al 30 aprile.

Bollette

Sul territorio modenese Hera offre a tutti i propri clienti – famiglie e aziende –, che subiscono un’oggettiva situazione di difficoltà economica, di poter richiedere per le bollette in scadenza (acqua, rifiuti, gas ed elettricità) di rinviare la scadenza di pagamento di 30 giorni, oppure rateizzare l’importo in tre rate nei tre mesi successivi. Per le bollette superiori ai 4.500 euro saranno definitivi piani di rimborso specifici.

Tributi comunali

Il Consiglio comunale lo ratificherà nella seduta di oggi, ma già nei giorni scorsi l’amministrazione ha annunciato lo slittamento del pagamento dei tributi comunali in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio con l’obiettivo di sostenere economicamente le famiglie, i lavoratori e le imprese. La Giunta ha stabilito di differire alla seconda metà dell’anno il canone per i passi carrabili, la seconda rata della Tosap e l’imposta sulla pubblicità, il riversamento al Comune dell’imposta di soggiorno e il pagamento dei canoni di concessione patrimoniale (esclusi quelli dei gestori di telefonia), oltre ai rimborsi delle utenze anticipate dal Comune per i mesi di marzo, aprile e maggio. Nel dettaglio, il pagamento del canone per i passi carrabili è spostato al 30 giugno se effettuato in un’unica soluzione. La seconda rata della Tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, la Tosap (prevista in scadenza il 30 aprile), viene differito al 31 luglio. Di conseguenza, slittano anche le due rate rimanenti: la terza al 31 ottobre e la quarta al 30 novembre. Si sposta al 30 giugno il pagamento della seconda tranche dell’imposta sulla pubblicità e, di conseguenza, slittano pure in questo caso la terza e la quarta rata, da versare rispettivamente il 30 settembre e il 31 ottobre. I canoni di concessione patrimoniale, esclusi quelli dei gestori di telefonia, e i rimborsi delle utenze anticipate dal Comune (in scadenza tra marzo e maggio) potranno essere versati, in un’unica soluzione e senza applicazione di sanzioni e interessi, il 30 giugno. Potranno essere pagati anche a rate, fino a un massimo di sei, sempre a partire dal mese di giugno.

Fisco

La quasi totalità dei pagamenti dovuti da tutti i contribuenti senza distinzione, comprese le cartelle esattoriali, sono sospesi sino al 31 maggio, così come i controlli, e poi potranno essere pagati entro il 30 giugno. Per le imprese del settore ricettivo e soggetti come ristoranti, bar e pub, pasticcerie, gelaterie, palestre e piscine, i versamenti (ritenute di lavoro dipendente, contributi previdenziali, ecc.) con scadenza fino al 30 aprile potranno essere effettuati il 1 giugno, così come per il versamento dell’Iva spettante a società sportive, imprese, lavoratori autonomi con ricavi e compensi fino a 2 milioni di euro.

Casa

Per quanto riguarda i mutui prima casa, chi ha problemi economici determinati dal Covid-19, può richiedere la sospensione delle rate per svariati mesi (fino a 18), ma diversi istituti di credito hanno intrapreso iniziative ulteriori e agevolazioni ancora più ampie.

Solidarietà

Le erogazioni liberali a sostegno dell’emergenza Coronavirus saranno detraibili dal reddito delle persone fisiche sino al 30% per un importo massimo di 30.000 euro. Deducibili con altre modalità anche dal reddito di impresa.

Università

Nei giorni scorsi il Consiglio di Amministrazione di Unimore, sensibile ai timori per la situazione economica di tante famiglie italiane, ha deliberato la proroga al 30 giugno di tutte le contribuzioni dell’Anno Accademico in corso, scadenti tra il 15 marzo ed il 30 aprile 2020, compresa la IV rata delle tasse, e ha posticipato di 60 giorni tutti i versamenti con scadenze successive al 30 aprile 2020, come accade per le tasse di un corso di perfezionamento.