Un successo firmato mister Bianco "Qui non si vinceva da vent’anni"

L’allenatore indovina di nuovo le sostituzioni e sul futuro dice "Con i Rivetti raggiungeremo grandi obiettivi"

Un successo firmato mister Bianco  "Qui non si vinceva da vent’anni"

Un successo firmato mister Bianco "Qui non si vinceva da vent’anni"

di Davide Setti

Paolo Bianco l’aveva capito subito che il Modena poteva vincere a Cosenza. È lui a spiegarlo a fine gara. "Vincere dove il Modena non vinceva da più di 20 anni – racconta il tecnico – è ancora più bello. Sapevo che il Cosenza sarebbe partito in modo arrembante, noi l’abbiamo sofferto, ma dopo circa 15’ mi sono girato verso il mio vice Pensalfini e gli ho detto ’adesso la vinciamo’. Avevo capito che se avessimo mantenuto la calma avremmo vinto, ma ci vuole anche fortuna. L’abbiamo giocata a viso aperto, quando fai così hai più chance di quando aspetti che gli altri sbaglino. Sono felice perché mi è sembrato che la squadra avesse il mio carattere".

Poi parla del cambio di Strizzolo e di Abiuso. "Strizzolo mi ha detto che stava male – spiega – aveva un problema all’adduttore, voleva provare ma non volevo bruciarmi uno slot e non volevo rischiare. Perché Abiuso? Era l’unico che non avevo ancora usato, ma è uno dei cinque attaccanti come gli altri, lui è stato bravo e noi fortunati. Fabio ci sta in B eccome, è lui che deve convincersi ancora di più, sotto questo aspetto glielo ricordiamo spesso".

Poi il futuro. "Mi chiedete se mi aspettavo di fare 2 su 2: noi lavoriamo per migliorare e creare qualcosa che duri nel tempo, con la famiglia Rivetti il Modena sono certo raggiungerà i propri obiettivi, non so se con me, ma di certo con la famiglia Rivetti sì". L’uomo da copertina è Fabio Abiuso. "Ho letto i primi messaggi sul telefono – sorride – e sono tantissimi. Dedico il gol alla mia ragazza e alla mia famiglia che mi sono sempre stati vicini e ai tanti amici con cui andavo in curva, sono emozionato. Cosa cambia per me? Sono sempre stato uno coi piedi per terra, devo ancora lavorare tanto, ma sono felice perché sento la fiducia del mister, della società e dei compagni.

Tifosi. Erano 64 gli eroici tifosi canarini che ieri sera hanno raggiunto la Calabria per stare vicino al Modena.

Oggi. E’ attesa per oggi la sentenza del Consiglio di Stato che dovrebbe dare un volto definito alla Serie B bocciando definitivamente la Reggina (al suo posto il Brescia, che ospiterebbe il Modena nel recupero della prima giornata) e confermando il Lecco fra i cadetti.