A Terre Roveresche in arrivo aiuti ai più fragili

Il bilancio di previsione ha fissato le priorità: non aumentano le tasse. Previsti anche investimenti su rotatorie e arredo urbano

A Terre Roveresche in arrivo aiuti ai più fragili
A Terre Roveresche in arrivo aiuti ai più fragili

Lascia invariate tutte le tasse e le tariffe, senza alcun aumento per cittadini e imprese, e prevede agevolazioni per le categorie più fragili, il bilancio di previsione 2024 di Terre Roveresche. "Nonostante la congiuntura economica continui a pesare sulle casse dell’Ente – evidenzia il sindaco Antonio Sebastianelli (nella foto con l’assessore al bilancio Diego Santini) -, siamo riusciti a redigere un bilancio attento ai cittadini e al territorio, che non comporta alcun incremento né della tassazione, né dei servizi a domanda individuale e stabilisce importanti sconti sulla tassa rifiuti per le fasce meno abbienti, per i nuclei familiari con un disabile e anche per coloro che svolgono servizi alla comunità, come la pulizia degli spazi comunali, piccole manutenzioni e il supporto ai bambini per le attività di doposcuola". Sebastianelli aggiunge: "L’attenzione ai cittadini e al territorio si riflette anche nel rinnovo della convenzione con l’istituto comprensivo ‘Gio’ Pomodoro’ per l’ampliamento dell’offerta formativa e nell’incremento dei contributi alle associazioni di volontariato, oltre che negli importanti investimenti che consentiranno la realizzazione di una rotatoria a Orciano, di nuovi marciapiedi lungo la Sp 16, del polo 0-6 anni a Piagge (intervento in itinere), la costante manutenzione dei plessi scolastici e delle strade e opere sul patrimonio monumentale".

A scendere nel dettaglio di aliquote e agevolazioni è l’assessore alle finanze e ai tributi, Diego Santini: "L’addizionale Irpef rimane ferma allo 0,7% e sarà invariata anche l’Imu, con le abitazioni principali esenti dall’imposta a eccezione di quelle di lusso, che hanno un’aliquota dello 0,4%. Gli immobili abitativi concessi in uso gratuito a parenti di primo grado sono allo 0,76% e gli altri immobili e le aree fabbricabili allo 0,96". "Gli sconti sulla Tarip, la tassa sui rifiuti puntuale – precisa Santini -, riguardano la quota ‘fissa’ e quella ‘variabile calcolata’, inerenti i metri quadri e il numero dei membri del nucleo familiare, che insieme fanno il 66,2% della bolletta. Su questa parte le famiglie con un Isee fino a 8.265 euro hanno una riduzione del 40%; quelle da 8.265,01 a 13mila del 20%; e quelle da 13.000,01 a 20mila del 15%. Inoltre, c’è una riduzione del 30% per i nuclei con un disabile grave o un invalido civile al 100%, che hanno un Isee fino a 30mila euro. Sconto sino al 100%, infine, per i residenti che svolgono mansioni per la collettività".