Altro mini-corteo in città. Oggi attesa per Roma. Ma il presidio smobilita

Sei mezzi hanno sfilato sulla Montefeltro per mantenere viva l’attenzione . Da stasera le tende e i mezzi fermi da lunedì al casello abbandoneranno l’area.

Altro mini-corteo in città. Oggi attesa per Roma. Ma il presidio smobilita
Altro mini-corteo in città. Oggi attesa per Roma. Ma il presidio smobilita

Un minicorteo, ieri pomeriggio, intorno alle 14, ha visto sfilare sei trattori, provenienti dal presidio di Case Bruciate, che è allestito da lunedì scorso e smobiliterà questa sera. I mezzi agricoli sono transitati per strada del Montefeltro, passando davanti allo Spazio Conad di via Gagarin e arrivando in via Sandro Pertini, dove alla rotonda, hanno proseguito poi fino alla rotatoria del quartiere Celletta, per poi tornare indietro.

Una "passeggiata", che voleva rinnovare l’attenzione sulle problematiche che affliggono questo settore, direttamente collegato alla produzione del cibo che finisce poi sulle nostre tavole. Il minicorteo è stato fatto per mantenere alta l’attenzione e rifare un po’ di rumore, il giorno prima della mega-manifestazione, di oggi, prevista a Roma, in piazza San Giovanni. I trattori sono poi rientrati al presidio del casello. Su quel prato, nelle "pause pranzo e cena" in questi giorni anche Germano, titolare del New Barcollo, il bar di Case Bruciate, li ha aiutati. Infatti, ha fornito penne all’arrabbiata e salsicce fresche di sua produzione a tutti quanti i trattoristi.

Nonostante quella dei trattori sia una manifestazione apolitica e apartitica, senza neanche le insegne dei sindacati, la consigliera regionale Pd Micaela Vitri ha espresso la sua solidarietà alla categoria in una nota, in cui scrive: "Mi chiedo una cosa, quali risposte hanno avuto da chi governa? Oggi ascolto con stupore il video dell’onorevole Mirco Carloni, che si scaglia contro l’Europa a difesa degli agricoltori. Vorrei ricordare che è stato il Governo Meloni a ripristinare l’Irpef in agricoltura e sempre questo governo è stato a tagliare le agevolazioni per i giovani agricoltori e gli incentivi per l’investimento in fonti di energia rinnovabile. Si ricorda, l’onorevole Carloni, di essere l’attuale Presidente della Commissione Agricoltura? Si preoccupasse piuttosto di ascoltare le ragioni di queste proteste e di lavorare per trovare soluzioni concrete, visto che la Lega è al Governo del Paese. Inoltre, il commissario europeo per l’agricoltura, Janusz Wojciechowski, è alleato di Salvini e Meloni, così come è di centrodestra la Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen. Per non parlare del ministro dell’Agricoltura Lollobrigida. Tra l’altro sono insopportabili pure queste false crociate del centrodestra contro la Politica Agricola Comune, dal momento che sia Fratelli d’Italia sia la Lega hanno votato a favore il 23 novembre 2021 al Parlamento Europeo. Capisco che l’onorevole fanese, tre anni assessore all’agricoltura, sia permanentemente in campagna elettorale, ma mi auguro che riesca a trovare del tempo utile per portare le istanze del mondo agricolo nei tavoli che contano".