App Buca Pesaro, come funziona? Si manda una foto per segnalare voragini

Dopo la segnalazione geolocalizzata, la Mobility Pro, che gestisce il servizio manutentivo stradale, invierà i suoi operai sul posto per riparare il danno

La nuova app per segnalare le buche a Pesaro
La nuova app per segnalare le buche a Pesaro

Pesaro, 8 giugno 2020 - Da oggi, la manutenzione stradale , per i pesaresi, diventa a portata di smartphone. Arriva l’app ‘Buca’ - già disponibile sia per Android sia per Apple -, il nuovo strumento presentato dal Comune assieme alla Mobility Pro, che gestisce il servizio manutentivo stradale. "Si tratta di una grande innovazione - assicura il sindaco Matteo Ricci -: così facciamo da apripista in Italia. E siamo una delle primissime città a sperimentare una cosa del genere. L’app (gratuita, ndr) aiuterà l’amministrazione, ma anche i cittadini - sottolinea il primo cittadino -. Che avranno uno strumento molto facile per le segnalazioni, con una verifica immediata. Basterà scaricarla e fare la foto alla buca. In modo geolocalizzato arriverà immediatamente alla centrale della Mobility Pro, che invierà le sue squadre di operai già operative in strada. Il cittadino avrà poi riscontro dell’intervento. E potrà esprimere il suo grado di soddisfazione".

Se la sperimentazione funzionerà nella manutenzione stradale, osserva il sindaco, "siamo pronti ad applicarla anche ad altri rami. Dai rifiuti al verde, in sinergia con Marche Multiservizi ed Aspes".

L’app è stata sviluppata dalle due start-up pesaresi Edilmag e Machjatho. "E’ il naturale sviluppo dell’impegno richiesto dal Comune, che abbiamo sposato coinvolgendo sempre più il cittadino come parte attiva - interviene Rodolfo Brandi (Costruzioni Brandi), ideatore del progetto con Massimiliano Ascolillo (Pagano&Ascolillo) - . Lo strumento utilizza un linguaggio semplice e intuitivo. Consente segnalazioni sulla pavimentazione, ma anche su disservizi relativi a semafori, segnaletica orizzontale o su cartelli stradali abbattuti. Il vantaggio è la geolocalizzazione  esatta del disservizio. Ci permetterà di essere più puntuali e tempestivi".

"Abbiamo effettuato 4500 interventi nel 2017, 3200 nel 2018, 2800 nel 2019 - aggiunge Mirco Pianosi, responsabile di Mobility Pro -. Si è registrato quindi un evidente calo delle segnalazioni, grazie all’ottimizzazione dei processi". Quasi il 60 per cento degli interventi ha riguardato la chiusura delle buche. Il resto si è riferito alla segnaletica verticale ed orizzontale.

Per ampliare i metodi di segnalazione, MobilityPro ha integrato la modalità tradizionale con i sistemi di comunicazione più interattivi. Alla fine del 2018 è stato  introdotto il numero whatsapp (3498050023), dedicato alla ricezione  delle segnalazioni. Ora il passo ulteriore con l’app: "Il processo è tracciato e gestito in totale trasparenza con la cittadinanza - prosegue Pianosi -.  Dalla segnalazione alla riparazione, con particolare attenzione alla verifica del customer care. Così il cittadino è protagonista proattivo nel percorso di tutela e controllo della rete stradale".

Il meccanismo consentirà all’utente di segnalare il problema. Ma anche di essere informato sullo stato delle segnalazioni pubblicate, dalla presa in carico alla sistemazione. "Attraverso l’app, compatibile con device dotati di sistema Ios e Android, i cittadini potranno inviarci le loro segnalazioni, immediatamente geolocalizzate. Allegando anche foto o filmati", ha concluso il responsabile della Mobility Pro. L’app, inoltre, invierà agli utenti registrati le informazioni relative alle eventuali problematiche riguardanti le strade comunali.

"Dai lavori in corso ai guasti, passando per le variazioni del traffico. Così si crea un contatto diretto con i cittadini - conclude l’assessore Enzo Belloni -, con la volontà di offrire un servizio rapido e trasparente. Ci sarà un feedback immediato: grazie a Mobility Pro per l’investimento".