Arazzi di parole alla tipografia. Montaccini

Il Museo arte della stampa di Giorgio Montaccini a Pesaro ha ospitato Massimo Bertoldi della Casa editrice Paesaggi di Parole per presentare "Arazzi di parole", mappe cognitive visive e artistiche. L'evento ha suscitato consensi e approfondito la storia dell'arte di stampare.

Arazzi di parole alla tipografia. Montaccini

Arazzi di parole alla tipografia. Montaccini

Il Museo arte della

stampa di Giorgio Montaccini che si trova in via Podgora, zona Santa Maria delle Fabbrecce, a Pesaro, ha ospitato l’incontro con Massimo Bertoldi della Casa editrice Paesaggi di Parole, artigiani digitali creatori di mappe cognitive, cioè di immagini che la nostra mente raccoglie e utilizza per archiviare le conoscenze in un nuovo linguaggio: visivo, artistico e fisico.

Titolo: “Arazzi di parole“ con riferimento a varie discipline di studio: grammatica, letteratura, filosofia, musica e saperi trasversali. Un’autentica novità per il territorio, unita alle capacità espositive del relatore, che ha suscitato ampi consensi. Gli “arazzi“ resteranno in mostra fino al 30 marzo con orario 10-13 e 16-19. La conversazione è servita, inoltre, a dare maggiore consistenzaallo slogan “più cose in un solo incontro“.

Gli intervenuti, infatti, hanno avuto anche la possibilità di approfondire le conoscenze in ordine al Museo, archivio storico delle attrezzature, per ripercorrere tutti i passaggi dell’arte di stampare dal 1840. Le musiche del pianista Thomas Scavolini hanno propiziatol’incontro. L’organizzazione è stata firmata dall’Atelierdel regalo di Mira e Mila Montaccini che, il prossimo 28 aprile, soffierà sulle candeline del 30° di attività.

l. d.