Arrivano gli influencer "Pesaro, semplice è bello Noi la racconteremo così"

Il benvenuto di Ricci: "Non vi faremo ripartire senza avervi fatto assaggiare la nostra pizza Rossini". I creativi sono undici. Saranno a Pesaro per tre giorni.

Arrivano gli influencer  "Pesaro, semplice è bello  Noi la racconteremo così"
Arrivano gli influencer "Pesaro, semplice è bello Noi la racconteremo così"

"Andate e fate quello che volete, ma non vi faremo ripartire senza che prima voi abbiate provato la pizza Rossini, la più buona in assoluto". E’ stato il benvenuto del sindaco Matteo Ricci agli 11 influencer che ieri hanno raggiunto la città, invitati a trascorrere una permanenza di tre giorni alla scoperta della Capitale della cultura 2024. Il vicesindaco Daniele Vimini ha espresso "viva gratitudine" a nome della città sia nei confronti degli operatori economici sponsor e partner e sia nei confronti degli influencer. La disponibilità, anche finanziaria, dei primi ha contribuito alla presenza dei secondi in città: "Questa sinergia rafforza il senso di appartenenza, la condivisione nel voler promuovere la città" ha sottolineato Vimini, specificando immediatamente dopo che gli influencer "sono venuti senza compenso. Ringrazio quindi gli undici creativi digitali di essere qui a conoscere Pesaro, con le sue tante ricchezze, tra natura e cultura". Una puntualizzazione quella del vicesindaco fatta per replicare ai commenti di alcuni lettori del nostro giornale, critici riguardo all’opportunità, da parte del Comune, di investire sulla comunicazione pagando degli influencer. Insomma: nessun cachet.

Parlando con i diretti interessati, la prima cosa che trapela è la passione con cui si approcciano all’avventura di narratori di viaggio. Se alcuni lo fanno come professione – come Giulia, coeditrice di ViaggiaPiccoli, testata on line specializzata in itinerari a misura di infanzia e adolescenza – per altri è veramente un hobby a cui si dedicano anima e corpo. E’ il caso di Eleonora Urbinati, 30 anni, pesarese, la quale oltre ad essere insegnante all’Istituto Della Rovere, mamma e moglie, riesce a coltivare con cura 22mila followers. "Sono contenta: Pesaro merita questa attenzione – dice –. Anche se il mio mestiere è un altro, prendo molto sul serio l’attività di blogger. La gente apprezza di avere consigli dati con sincerità da chi sente affine. In tanti blog tour che ho fatto mi sono resa conto che Pesaro è poco conosciuta, invece merita di essere scoperta". Vicino ad Eleonora c’è Federica Miceli, coordinatrice di viaggio, con 56mila followers. "Le persone che mi seguono – spiega – soprattutto, non vogliono vivere una città come turisti: preferiscono esperienze autentiche, non stereotipate, a caccia di emozioni per cose semplici, ma genuine. Domani mattina, per esempio, andrò al porto sperando di trovare pescatori con cui scambiare battute all’alba sul loro stile di vita: abbiamo bisogno di autenticità". Ma dove andranno gli influencer? Due i planning messi a punto da Pesaro 2024. Uno dei due è il “Family Tour”: è dedicato alle famiglie accolte al Nautilus Family Hotel, passeggiata al molo di Ponente, letture animate alle Foglie D’Oro; spettacolo a misura di bimbo alla Sonosfera; percorso a Pesaro Avventura; poi Parco San Bartolo accompagnati da una guida naturalistica specializzata; giochi d’acqua a Villa Caprile ed esplorazione della falesia del San Bartolo a bordo di baby scooter acquatici messi a disposizione da E-wave. Poi pizza Rossini e giro in città per la Mezzanotte dei bambini...A Eleonora di “tripontheroad“ abbiamo chiesto un commento a caldo: "I nostri followers amano i dettagli sulla sistemazione – dice –. Mio figlio è stato contento di trovare uno sgabellino per arrivare meglio al lavandino e lavarsi le mani in autonomia: vuol dire che c’è attenzione".

Solidea Vitali Rosati