"Artigiano dell’anno" a Troiani, decano dei barbieri

Il conte Alessandro Marcucci Pinoli ha premiato Elvezio Troiani come "Artigiano dell'anno" per la sua dedizione e passione come barbiere a Pesaro dal 1948. Troiani è stato elogiato per la sua modestia, laboriosità e senso del dovere, diventando un esempio di resilienza e dedizione al proprio mestiere.

"Artigiano dell’anno" a Troiani, decano dei barbieri
"Artigiano dell’anno" a Troiani, decano dei barbieri

Il conte Alessandro Marcucci Pinoli ha consegnato il premio "Artigiano dell’anno" al veterano dei barbieri di Pesaro Elvezio Troiani, un artigiano degli antichi mestieri (foto). Nell’attestato ha scritto: "Stima e riconoscimento conferito al grande Elvezio Troiani, quale vero, ottimo e più unico che raro ’Artigiano’. Dal 1948 gestore della barbieria Troiani e davvero una bella persona che è sempre un buon esempio di vita e ha onorato Pesaro anche per la modestia, riservatezza, laboriosità, senso del dovere e solidarietà". Il conte ha poi aggiunto: "Ho avuto il piacere e l’onore di conoscere una famiglia eccezionale. Bravo il figlio Paolo, ma raramente ho visto una nuora tanto amorevole nei confronti del suocero". Il conte ha coinvolto, nell’occasione il consigliere regionale Andrea Biancani: "Sono stato contento di consegnare questo riconoscimento a Elvezio Troiani, di 94 anni. Un barbiere o meglio il barbiere. Lucido, allegro, vitale, che ama il proprio lavoro e la vita, Troiani è un esempio di resilienza e dedizione al proprio mestiere, lavorando incessantemente dal 1948 e mantenendo la barbieria sempre aperta senza mai appendere il cartello ‘chiuso per ferie’". Biancani ha condiviso un dettaglio commovente della vita di Troiani, la sua passione per il ballo con la moglie, purtroppo scomparsa. "Da lui dobbiamo imparare che la felicità è stare bene ogni giorno con le persone a noi care".

Luigi Diotalevi