Carpegna in festa per il restauro di San Leo

Chiesa e canonica sono riportate allo splendore. La Comunità riconquista così uno dei luoghi più cari ai cittadini

Carpegna in festa per il restauro di San Leo
Carpegna in festa per il restauro di San Leo

Nei giorni scorsi a Carpegna all’interno dell’evento “Borgo in Festa“ che fa parte del ricco cartello del Festival Cultura d’Estate c’è stato il taglio del nastro per l’avvenuto restauro della chiesa di San Leo.

"Nella piazzetta di San Leo di fronte l’omonima chiesa – spiega l’assessore alla cultura Luca Pasquini – ci siamo ritrovati in 250 persone per assistere ad una serata magica per festeggiare l’atteso restauro della facciata della chiesa e della casa canonica, con la visita guidata del prof Simone Paci, storico dell’arte, che ha anche ripercorso la storia dei due borghi, il bellissimo concerto del Duo Open Music, con all’arpa il Maestro Maria Nardi e al violino il Maestro Giovanni Valentini. C’è stato il posizionamento della “Panchina della Gentilezza“, una panchina viola con un opera dell’artista del borgo di San Leo Paolo Pasquini. La serata si è conclusa con il ricco rinfresco con i dolci fatti in casa dai cittadini dei due borghi".

"Il restauro dell’importante e bella chiesa di San Leo, ricca di opere d’arte, e della casa canonica, è stato possibile – aggiunge Pasquini – grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, della Regione Marche grazie all’impegno del Consigliere Giacomo Rossi, che ringraziamo per la vicinanza e la sensibilità, del vescovado San Marino-Montefeltro e della Parrocchia di Carpegna. L’Amministrazione comunale, che da anni ha stimolato il restauro e che ha recentemente sistemato la piazzetta antistante, è orgogliosa e felice del risultato raggiunto e ringrazia tutti coloro che hanno contribuito all’importante recupero, in particolare il vice parroco di Carpegna padre Luigi Allegrezza e Angelo Francioni per il grande lavoro svolto, tutti i parrocchiani e gli artigiani Alfredo e Alfio Salvadori, per il restauro gratuito dei due portoni. Durante la serata sono stati ricordati due storici parroci di San Leo, don Pier Antonio Guerrieri, anche importante storico di Carpegna e del Montefeltro, e don Aldo Ricci. La chiesa di San Leo è una delle più importanti di Carpegna e il borgo del Castello, detto anche la Castellaccia, o anche Antico Castello degli Arimanni(Uomini liberi Longobardi)risale al VI-VII secolo".

Tra gli altri oltre all’assessore Pasquini hanno partecipato al taglio del nastro il sindaco di Carpegna Mirco Ruggeri, il vice sindaco Alberto Biral, don Francois, parroco di Carpegna, l’architetto Rossella Brisigotti, che ha coordinato il restauro, il consigliere comunale Ebe Francioni, Francesco Mazzarini, collaboratore dell’assessorato alla Cultura, con delega, Orietta Sperindio e Nadia Ricci in rappresentanza dei parrocchiani, l’ex sindaco di Carpegna Angelo Francioni in rappresentanza del borgo del Castello e della fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Conclusioni del consigliere regionale Giacomo Rossi.

Amedeo Pisciolini