Casolla, che spettacolo: il Fosso corre

Il Fossombrone batte il San Nicolò Notaresco 2-0 con una prestazione convincente. Casolla segna due gol decisivi, mentre la difesa tiene a bada gli avversari. Una vittoria importante dopo la sconfitta contro il Termoli.

Casolla, che spettacolo: il Fosso corre

Casolla dopo il raddoppio

2

SAN NICOLò NOTARESCO

0

FORSEMPRONESE (4-3-2-1): Marcantognini 6; Bianchi 6, Urso 6,5, Rovinelli 6, Calvosa 6; Bucchi 6, Giacchina 6,5 (34’ st Fagotti 6), Conti 6; Palazzi 6 (21’ st Mea 6), Pandolfi R. 7 (43’ st Pandolfi L. ng), Casolla 7 (45’ st Battisti ng). All. Fucili.

SAN NICOLÒ NOTARESCO (4-3-2-1): Curtosi 6; Pulsoni 6, Casella 6, Formiconi 6 (17’ st Carnevale 6), Pierantonio 6,5; Di Bartolo 6, Bonfiglio 6 (28’ st , Francofonte 6; Saccomanni 6 (5’ st Scipioni 6), Ruggiero 6 (5’ st Marracone 6), Belloni 6. All. Bruno.

Arbitro: Papi di Prato 6.

Reti: Casolla al 20’ pt e al 13’ st.

Casolla bum-bum ed ecco che l’ottava di ritorno al Bonci di Fossombrone si trasforma in una festa. Festa che ci voleva, dopo la batosta fuori le mura contro Termoli, da dove Fucili e i suoi domenica son ritornati con tre pive nel sacco. Ieri pomeriggio è andata diversamente, anche perché i teramani del Notaresco avevano nelle gambe la fatica dell’impegno infrasettimanale contro Fano, portato a casa mercoledì sera con un sonante 2-4. Non che la cosa spieghi più di tanto il successo del Fosso, che sì, si è imposto anche grazie a un eurogol di Casolla di quelli più unici che rari, ma che per il resto ha convinto tutti con una prestazione che ha concesso davvero molto poco agli ospiti. Il primo tentativo direzione porta è di Giacchina al 2’, ma Curtosi non si scompone, così come non fa una piega su una conclusione sopra la traversa di Riccardo Pandolfi, al 9’. Al 17’ Urso ci prova di testa sugli sviluppi di una punizione, ma non è niente di che.

Al 20’ la svolta della partita, che arriva con una plastica rovesciata da sotto misura a firma Casolla. Di qui al raddoppio per il Notaresco ci sarebbe anche la possibilità del pareggio, ma sulla punizione a girare dal limite battuta da Pierantonio al 12’ della ripresa Marcantognini blocca in presa alta. Un giro di lancette ed ecco che si materializza il 2-0 che chiude i conti: assist sontuoso di Riccardo Pandolfi e gol rapinoso di Casolla, ancora lui, di sinistro e da sotto misura. E qui si chiudono i conti.

a.b.