Che ritmo con Hangartfest In scena “Elegia delle cose perdute“

L’atteso spettacolo della Compagnia Zerogrammi sarà domani. Oggi invece “In C“, coi ragazzi del Coreutico

Che ritmo con Hangartfest  In scena “Elegia delle cose perdute“
Che ritmo con Hangartfest In scena “Elegia delle cose perdute“

Il programma di Hangartfest prosegue oggi alle 18,30 alla Sala della Repubblica con lo spettacolo "In C", progetto speciale studenti prodotto da Hangartfest. Gli allievi del Liceo Coreutico Marconi di Pesaro si cimentano nella famosa coreografia di Sasha Waltz, rimontata per l’occasione da Michal Mualem, danzatrice e performer della compagnia Sasha Waltz & Guests, sulla nota partitura di Terry Riley eseguita dagli allievi del Conservatorio “Rossini“. Sempre oggi e alle 17,30 allo Spazio Bianco, spin-off del Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, Masako Matsushita interviene nell’installazione “Lavatoio delle preghiere“, fotosculture e discioglimento dell’artista Antonella Sabatini curata da Marcello Sparaventi.

Mentre “Elegia delle cose perdute“ di Stefano Mazzotta con la Compagnia Zerogrammi è lo spettacolo di teatro danza che va in scena al Cortile della Biblioteca Oliveriana domani, alle 21,30. Lo spettacolo, che si ispira al romanzo “I Poveri“ di Raul Brandao, rientra nel contesto di Patrimonio in scena 2023 che mira a valorizzare il patrimonio culturale regionale attraverso eventi di spettacolo dal vivo su iniziativa della Regione Marche. Per tutta la durata del Festival, che prosegue fino al 16 settembre, è visibile l’installazione fotografica “Obiettivo danzante“ di Plinio Marsan, tutti i martedì e mercoledì, dalle 16 alle 20 alla chiesa della Maddalena.

Info www.hangartfest.it

b. t.