Cinema, la nuova generazione “L’ultima festa“ per sognare

A Fiorenzuola si proietterà il corto del regista Matteo Damiani, già presentato alla Mostra del cinema di Pesaro

Cinema, la nuova generazione  “L’ultima festa“ per sognare
Cinema, la nuova generazione “L’ultima festa“ per sognare

di Claudio Salvi

Sarà presentato questa sera a Fiorenzuola di Focara (ore 21) “L’ultima festa“, il cortometraggio diretto dal regista urbinate Matteo Damiani. Già presentato in anteprima alla Mostra del nuovo cinema di Pesaro e vincitore di numerosi premi, il corto è stato realizzato dalla Movie Factory grazie al sostegno di Marche Film Commission.

Ma la collaborazione più grande è arrivata dalla gente di Fiorenzuola, principale location della pellicola, che ha partecipato alle riprese. La proiezione (gratuita) sarà introdotta da un breve intervento di presentazione del regista. Al centro curiosità, aneddoti sulla lavorazione del cortometraggio, sia durante la fase prima delle riprese che direttamente sul set. Il cortometraggio ha come protagoniste due grandi attrici del panorama cinematografico italiano quali Luisa de Santis (attrice che l’ha vista protagonista di tanti film di Nanni Moretti e in alcuni film di Carlo Mazzacurati, Dario Argento e tanti altri) e Dora Romano (attrice protagonista nell’ultimo film in concorso agli Oscar 2022 di Paolo Sorrentino, protagonista di serie tv importanti come L’amica geniale diretta da Saverio Costanzo) e vede tra i professionisti coinvolti (provenienti un po’ da Roma e un po’ dalle Marche) tra gli altri: Stefano Malchiodi, montatore vincitore del David di Donatello 2021 per il Miglior Corto, Marta Morandini, scenografa romana che ha firmati vari prodotti vincitori ai David ed Eugenio Cinti Luciani, direttore della fotografia fanese.

Matteo Damiani, regista, aiuto regista e sceneggiatore di Urbino. Laureato alla Scuola civica di Cinema di Milano, da tempo vive a Roma lavorando tra cinema e serie tv. Matteo Damiani ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema come assistente alla regìa al fianco di importanti registi: tra questi Roberto Faenza, Andrej Konchalovskij, Susanna Nicchiarelli, Daniele Vicari, Michele Vannucci, Francesco Carrozzini, Enrico Maria Artale e Matteo Rovere. Oltre ai film d’autore ha preso parte alla lavorazione di diverse serie tv, tra cui “Romulus“ e “Supersex“, prodotti da Groenlandia e recentemente ha seguìto Enrico Maria Artale nel suo ultimo film “El Paraìso“, quest’anno in concorso nella sezione Orizzonti a Venezia.

Come regista ha realizzato diversi cortometraggi e documentari. Tra i più rilevanti il documentario “Grandi ma piccoli“ (premiato come miglior film al Wag Film Festival 2016 e come Best Italian Documentary a Roma Cinema Doc 2017). Il documentario è stato interamente girato in una RSA ed è incentrato sul delicato rapporto tra una figlia e sua madre malata di Alzheimer in uno stadio terminale, tra difficoltosi tentativi di comunicazione e sorprendenti manifestazioni di affetto.

Il cortometraggio ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nei suoi oltre 50 festival italiani ed internazionali, portando gli stupefacenti paesaggi di Fiorenzuola, location principale del corto, in giro per il mondo e ottenendo sempre grande successo.

Ha vinto, tra gli altri, i principali premi all’Outsider Garbatella Film Festival e il premio come Miglior Autore Marchigiano al Fano Film Festival.