Dalla coda di bue al pane fritto. Ecco il menù

L'Unione regionale dei cuochi presenta il "Menù Rossiniano del Firmamento Stellato Marchigiano" alla Bit. I migliori cuochi marchigiani propongono piatti gourmet abbinati a vini locali.

Dalla coda di bue al pane fritto. Ecco il menù
Dalla coda di bue al pane fritto. Ecco il menù

L’Unione regionale dei cuochi presenta il gran menù regionale alla Bit. Una iniziativa denominata "Menù Rossiniano del Firmamento Stellato Marchigiano" che vedrà protagonisti oggi alcuni dei migliori cuochi marchigiani con le moro proposte gastronomiche. Così Davide Di Fabio (ristorante Dalla Gioconda) presenterà il suo pane fritto e insalata di uova al pomodoro abbinato al Verdicchio di Matelica Doc 2022 ColleStefano; Stefano Ciotti di "Nostrano" curerà un altro antipasto: la minestra di canocchie crude alla Rossini, con brodo di maiale al tartufo nero e foie gras (in abbinamento il Verdicchio dei Castelli di Jesi brut DOP, 2019 selezione Nostrano- Federico Mencaroni). Primo firmato da Errico Recanati (ristorante Andreina): cappelletto alla Rossini con ripieno di vitello arrosto, tuorlo d’uovo, tartufo nero e salsa di fegato grasso (Pelago Umani Ronchi 2019). Quindi (ristorante L’Arcade, cuoco Nikita Sergeev) il consommé di coda di bue al tartufo nero (Lacrima di Morro d’Alba Superiore 2022 Doc Paucca Badiali) e ancora (ristorante Retroscena di Pierpaolo Ferracuti) la faraona farcita alla Rossini (Rosso Conero 2020 Fattoria Le Terrazze). Infine ( ristorante Il Tiglio), Enrico Mazzaroni presenterà la sua Insalata Benedetta al tartufo nero con latte cagliato di capra dei Sibillini, miso di mela rosa e fegato di vitello. Vino abbinato: Falerio pecorino 2022 "Al Montenegro" Quinti.

d.e.