"E se sotto casa mia poi lo sporco aumenta?"

Isole ecologiche, l’incontro di Comune e Mms con i cittadini, tante domande di tipo tecnico su come differenziare. E qualche timore

Migration

Gli assessori Belloni e Morotti ieri mentre spiegavano ai residenti le nuove modalità di conferimento dei rifiuti

È ufficiale: sarà sabato 22 ottobre l’ultimo giorno utile per la raccolta porta a porta dei rifiuti nelle zone del centro storico. Infatti, a partire da lunedì 24, saranno collocati i cassonetti dedicati alla raccolta dei rifiuti, che comporranno le nuove isole ecologiche e che si apriranno solo ai possessori della Carta Smeraldo, ovvero una tessera con chip che sarà assegnata gratuitamente a tutti gli intestatari dei contratti Tari della suddetta area del centro storico.

Ieri, al secondo dei tre incontri pubblici divulgatori, sono state spiegate le linee guida: "Il centro storico sarà suddiviso in quattro settori: a, b, c, e d – ha spiegato l’assessore con delega al Verde urbano Enzo Belloni -. Inizieremo dalla zona "a" - che comprende via San Francesco, via Branca e via XI Febbraio - con la sperimentazione, così da poter captare le difficoltà, qualora ci fossero, per poi accorrere alle modifiche".

A riguardo non sono mancate certamente le polemiche anche da parte di alcuni cittadini: "In via Spada avete posizionato i cassoni sotto la mia finestra. In quella zona degli incivili venivano ad urinare – sottolineavano dal pubblico -. Con questi nuovi cassonetti si crea addirittura uno spazio per rendere ancora più facile quest’azione". A riguardo ha risposto l’assessora all’ambiente Heidi Morotti: "Stiamo ragionando proprio all’installazione di barriere per evitare che si presentino ancora episodi simili".

Ma non solo, attraverso una lettera inviata al ’Carlino’ da un lettore, si evidenziano altre criticità come "la svalutazione di immobili che subiscono la presenza dei cassonetti sotto casa o – ancora – la mancanza di dialogo con i cittadini sull’assenso alla collocazione dei cassonetti che provocano danni alla salute in termine di igiene ma anche la perdita di posti auto preziosi per i residenti". Punto al quale l’assessore Belloni ha anche risposto rassicurando la creazione di nuovi posti auto in alcune vie del centro storico.

Le sei postazioni di ecoisole saranno posizionate rispettivamente in via Nobili, via del Moro, retro Liceo Mamiani, via G. Bruno, via A. Spada, via E. Luigi Morselli e via Borgomazzo e saranno composte da 5 contenitori riferiti a 5 frazioni di rifiuti differenti.

"Utilizzare le isole ecologiche sarà semplicissimo – ha spiegato Roberto Costantini di Marche Multiservizi -. Basterà avvicinarsi all’attrezzatura con la rispettiva tessera, che vi permetterà di aprire lo sportello non appena appoggiata sul monitor presente nei cassonetti. A quel punto lo sportello si aprirà e si potranno introdurre i rifiuti all’interno del rispettivo cassonetto, infine basterà richiudere lo sportello del cassonetto per completare l’azione".

Per premiare i cittadini più virtuosi e spingere ad una buona raccolta differenziata il Comune di Pesaro, in accordo con Marche Multiservizi, ha deciso di attivare un’iniziativa a premi. I cittadini, infatti, qualora volessero partecipare in modo volontario, avranno a disposizione delle etichette con dei codici a barre collegati alle proprie utenze. Queste dovranno essere poste all’esterno dei sacchetti e, due volte al mese, verranno estratti 5 utenti virtuosi che vinceranno un buono spesa da 30 euro.

Giorgia Monticelli