Esplode il Carnevale. Tre giorni di allegria con maschere e sorprese

Coinvolte tutte le borgate, le scuole ma soprattutto la fantasia di ognuno. Si comincia oggi al collegio Raffaello e poi sabato e martedì grasso.

Esplode il Carnevale. Tre giorni di allegria con maschere e sorprese
Esplode il Carnevale. Tre giorni di allegria con maschere e sorprese

Il Carnevale di Urbino torna a tingersi dei colori delle Contrade e amplia la propria offerta: saranno cinque le iniziative, coinvolgendo anche tutti i borghi e gli studenti del Liceo Laurana Baldi. L’amministrazione comunale ha presentato ieri gli eventi in programma per la festa, che partirà oggi con il pomeriggio dedicato a bambini e famiglie nel Collegio Raffello, raggiungerà il culmine sabato e terminerà nel giorno del Martedì grasso con tre appuntamenti.

"Torniamo a festeggiare in piazza, alle 15 di sabato, in collaborazione con le Contrade e con il professor Gaspare Minaudo, del Laurana Baldi – spiega Elisabetta Foschi, assessore agli Eventi –. Le Contrade animeranno l’iniziativa e, come gli studenti, partiranno in corteo da Santa Lucia, raggiungendo piazza della Repubblica, dove sarà già cominciato il lancio di caramelle e poi ci saranno esibizioni e premiazioni delle maschere. L’evento sarà in diretta nazionale su Radio Studio Più, che trasmetterà anche la canzone "Ragazzo up" dei fratelli Alessandro e Andrea Angelini, realizzata con Marco Tagliatesta, in arte Mkt: Andrea ha la sindrome di Down, ma questo non l’ha fermato dall’incidere il brano". Laura Scalbi, consigliera comunale incaricata per le Politiche giovanili, spiega che quest’anno si sia deciso "di riempire tutte le giornate.

Si comincia alle 16, nella Sala Raffaello, con una festa arricchita da palloncini, truccabimbi, merenda e giochi di gruppo, insieme ad ArFun Animasion. Martedì, alle 15.30, accanto alla festa nella ludoteca di via del Popolo 11A, spazio ai borghi di Urbino, con doppio evento: uno a cura dell’associazione Torre in Festa a Torre San Tommaso, nella propria sede, l’altro dell’oratorio di San Crescentino di Urbino e dell’associazione Aspi, una collaborazione favorita da Don Daniele Brivio e Davide Pizzagalli, che radunerà tutte le parrocchie nel salone della chiesa di Mazzaferro". Saranno otto le Contrade presenti sabato.

Isotta Pretelli, presidente dell’associazione, spiega: "Carnevale è un momento di condivisione e socialità, non potevamo tirarci indietro. Ci fa molto piacere anche la presenza dei fratelli Angelini. La creatività non manca alle Contrade, aspettatevi sorprese". Oltre 100 studenti del Laurana Baldi parteciperanno, rappresentando varie sfaccettature della fine di un secolo, il XIX: "Lo tratteremo in chiave pedagogica, tramite il Libro Cuore di Edmondo De Amicis, con i filosofi della seconda metà dell’800 e con il popolo affamato, ma combattivo, rappresentato nel quadro ’Il quarto stato’ – spiega il professor Minaudo, coordinatore del progetto in collaborazione con la professoressa Monica Giampaoli –. Ci saranno anche personaggi della storia sociale e artistica: la musica, tramite la Tosca di Paganini e la Cavalleria rusticana di Mascagni, i briganti, con la Banda Grossi, infine la speranza e la nascita del capitalismo in Italia, con la famiglia Florio, de I leoni di Sicilia".

Nicola Petricca