LUIGI DIOTALEVI
Cronaca

Festa del porto a Pesaro, tutti in mare: benedizione e omaggio ai caduti

ll rito religioso celebrato da don Marco di Giorgio, in navigazione anche le Biancani’s girl. Il messaggio dell’arcivescovo Salvucci: “La Beata Vergine Maria, Madonna della Scala, vegli su tutti”

Il lancio della corona d’alloro in omaggio ai caduti

Il lancio della corona d’alloro in omaggio ai caduti

Pesaro, 7 luglio 2024 – Chiusura come nelle migliori tradizioni della festa del Porto, con una giornata ideale di mare abbastanza tranquillo che ha permesso a tantissime imbarcazioni di uscire per salutare il lancio della corona d’alloro.

Tanti gli appuntamenti e soprattutto partecipata con tanta gente che è intervenuta alla varie iniziative programmate nel corso di tutta la settimana nel segno della tradizione e della cultura marinara che contraddistingue la città.

Nel corso della messa solenne, nella chiesa parrocchiale, celebrata dal vicario generale della Diocesi, don Marco “Digio” Di Giorgio per l’assenza giustificata dell’Arcivescovo don Sandro Salvucci che ha inviato questo messaggio: “Porto i miei saluti ai portolotti, scusandomi per la mia assenza, data la coincidenza con la santa messa del Papa al termine della settimana sociale dei cattolici a Trieste. Mi unisco spiritualmente alla preghiera della comunità del Porto. La Beata Vergine Maria, Madonna della Scala, vegli su tutti, in particolare sulle donne e sugli uomini di mare. Ringrazio don Marco per la disponibilità a celebrare al posto mio. Un abbraccio a tutti”.

Poi sono intervenuti i due sacerdoti della parrocchia, don Matteo e monsignor Marco de Franceschi che hanno aggiunto: “Ringraziamo l’Arcivescovo per il messaggio, tutte le autorità civili e militari con in testa il prefetto Emanuela Saveria Greco; un pensiero particolare al nostro nuovo sindaco Andrea Biancani e al capitano di Fregata della Capitaneria di Porto Nicola Gaudino, arrivato da pochi giorni. Un sincero augurio ad entrambi perché possano lavorare insieme per risolvere i problemi del Porto; ci ritroveremo fra un anno e vedremo quello che è stato fatto. Un grazie anche al coro della Comunità parrocchiale”.

Una batteria di affezionate del sindaco di Pesaro Biancani
Una batteria di affezionate del sindaco di Pesaro Biancani

Quindi il sindaco ha detto: “La festa del Porto è una delle manifestazioni che più richiama lo spirito identitario della nostra città, fatto di tradizione, collaborazione e aggregazione. Caratteristiche che ogni anno si ritrovano nell’organizzazione di questo bellissimo evento, che si inserisce nella ricca programmazione di Pesaro Capitale della Cultura 2024”.

Poi l’uscita in mare con la Queen Elisabeth con a bordo tante autorità e seguita da numerose imbarcazioni. Sono state deposte corone d’alloro in onore dei caduti in mare, una all’altezza della spiaggia centrale di Pesaro e l’altra all’altezza della Croce di Monte Castellaro prima delle acque prospicienti Fiorenzuola di Focara dove annegarono nel giugno di 22 anni fa due bambini ed una accompagnatrice di Urbino.

La giornata era iniziata con il Motoraduno del Mare, organizzato dal Moto club Tonino Benelli e “Sott’acqua” con il Sub Tridente alla Rotonda Bruscoli. Poi è proseguita con varie manifestazioni tra cui i giochi dei ragazzi e palo della cuccagna nell’aiuola vicino alla Capitaneria; mercatino di artigianato e creativi, street food, mercatino degli hobbisti mentre Fata Silvia intratteneva bambini e ragazzi con laboratori di disegno, bolle e palloncini; cena allo stand del pesce; balli organizzati da Martino col supporto tecnico e la partecipazione delle scuole di ballo Dancemania e Ritmodance; esibizione di bimbi e ragazzi dell’oratorio, balli di gruppo; musica con Joe Castellani e conclusione con lo spettacolo pirotecnico.