"Gambini ha offeso tutti chieda scusa e si dimetta"

L’ex sindaco di Petriano Domenico Passeri interviene dopo l’audizione del sindaco di Urbino in Commissione ecomafie: "Solo infamie su Riceci".

"Gambini ha offeso tutti chieda scusa e si dimetta"

I tantissimi cartelli issati dai cittadini perché nessuno tocchi le colline di Riceci

L’ex sindaco di Petriano Domenico Passeri interviene su Riceci: "Il sindaco di Urbino Gambini deve chiedere scusa e dimettersi per le ’infamie’ che ha riversato su Riceci durante l’audizione alla Commissione ecomafie. L’unica verità che ha detto – scrive Passeri –è quella di essere favorevole o forse direttamente fautore della discarica. Per il resto ha fatto solo chiacchiere da politicante di turno e detto cose non vere, elogiando continuamente Mms (Tiviroli). Le favole le vada a raccontare a chi non conosce il territorio, perché dalla collina di Riceci si vede molto bene la città di Urbino come se fosse una cartolina e da Urbino si vede la splendida collina di Riceci. Gambini dovrebbe sapere che una parte di terreno di quelli opzionati ricade in comune di Urbino, quindi

non può dire che non è interessato. E’ partecipe. Ha descritto la località di Riceci come se fosse un luogo infimo, un buco infernale pieno di rifiuti contaminosi, velenosi, melmoso, maldeodorante già compromesso e irrecuperabile, che servono gli stivali per accedervi. Ha parlato anche di amianto, per cui si può fare solo una discarica, Mi resta difficile a capire come un sindaco che afferma di avere a cuore l’immagine della città patrimonio Unesco, pronto anche a querelare chi osi solo metterla in cattiva luce, sia non solo favorevole ad impiantare una discarica di 5 milioni di metri cubi di rifiuti speciali alle porte della sua città, difendendo gli interessi di una partecipata privata solo per il business.

"L’arroganza – scrive Passeri – con cui tratta il territorio circostante è evidente, non ha capito che tutelando il territorio circostante, tutela la stessa città di Urbino. La vecchia discarica se vogliamo chiamarla così di cui il sindaco di Urbino ne fa il punto di riferimento per giustificare la sua scelta scellerata, è stata dismessa a fine 1979 circa e la popolazione era di 2000 abitanti. Per quello che ricordo riguardo ai rifiuti ingombranti gli spazzini di allora li raccoglievano a parte

perché li rivendevano, per gli scarti artigiani industriali c’era il divieto di scarico, la plastica fino a quel periodo era un rifiuto di poco conto rispetto ad oggi dove tutto è imballato e confezionato, addittura ricordo quando ero piccolo delle discariche ne esisteva una anche a Petriano capoluogo. ma servivano

esclusivamente per quel poco di rifiuti urbani Quindi non riesco a capire con quale cognizione Gambini fa certe affermazioni molto denigratorie, se non sa cosa dire per giustificare le sue scelte. Poi vedremo col tempo cosa si possa trovare sotto perché il comune di Petriano ha chiesto e ottenuto l’autorizzazione per fare dei carotaggi. Questi tipi di discarica una volta ne esistevano una o più per Comune finalizzate ai rifiuti domestici,quindi smettiamola di puntare il dito su Riceci. Per il suo comportamento, Gambini dovrebbe chiedere scusa ai suoi cittadini e dimettersi in quanto non garante della tutela della città e dei suoi abitanti. Forza Italia, se è coerente come è uscita dalla maggioranza provinciale, dovrebbe uscire anche dalla giunta comunale di Urbino"