“Hidden Virtues“ di Sara Principi in via Diaz

La mostra "Hidden Virtues" di Sara Principi a Pesaro esplora il tema dell'identità e dell'individualità, spesso represse a favore del conformismo di massa. L'installazione, composta da tre elementi, utilizza diversi materiali e riflette sul rapporto tra l'uomo e la natura. La mostra sarà aperta fino al 29 febbraio.

“Hidden Virtues“ di Sara Principi in via Diaz
“Hidden Virtues“ di Sara Principi in via Diaz

Sarà inaugurata oggi alle 18, la mostra di Sara Principi “Hidden Virtues“ a Picca Arte contemporanea in via Diaz 18 a Pesaro nello spazio d’arte creato e gestito dagli artisti Giuseppe Tomasello ed Elisa Di Domenicantonio. L’opera prende il suo nome proprio da uno dei significati simbolici delle castagne, ovvero quello di "virtù nascoste". Centrale è il tema dell’identità, dell’individualità, che secondo l’artista, spesso viene repressa e celata a favore di un conformismo di massa.

L’installazione è composta da tre elementi principali che dialogano tra di loro. Sara Principi nasce a Cattolica nel 1997; ha studiato scultura presso l’Accademia di Belle Arti a Bologna ed ora vive e lavora a Fano.

Il suo percorso artistico è caratterizzato dalla scelta di diversi medium, non ha prerogative stilistiche, e questo le permette di spaziare anche nell’uso dei materiali sia inorganici che organici, sfruttando frequentemente la dimensione installativa e a volte anche partecipativa. Nel suo lavoro indaga anche sulla figura dell’Uomo e del suo rapporto con la Natura, utilizzando spesso elementi del corpo come soggetto delle sue opere.

Forte è la presenza anche di diverse riflessioni relative a nozioni e concetti poco conosciuti che porta alla luce trasfigurandoli in elementi tridimensionali. La mostra resta aperta fino al 29 febbraio.

l. d.