"I ’Carissimi’? Doniamo il progetto al Comune"

Lo storico impianto sportivo necessita di interventi. Il presidente della società sportiva: "Se l’ente ci viene incontro, siamo pronti ad investire"

"I ’Carissimi’? Doniamo il progetto al Comune"

Il rendering del progetto per il campo dei ’Carissimi’, impianto storico

Il campo dei "Carissimi" in via Fanella ha bisogno di rifarsi il look. Lo storico impianto sportivo, costruito durante l’operatività a Fano dei Fratelli delle Scuole Cristiane (i Carissimi, appunto) nel Collegio Sant’Arcangelo, mostra ormai tutti i suoi anni. Per questo l’associazione Asd Carissimi 2016 che lo gestisce per conto del Comune di Fano ha commissionato a sue spese la redazione di un progetto di riqualificazione di tutto il centro sportivo affidato allo stadio tecnico associato Sordoni-Giacometti e allo studio di architettura Bartolucci.

"Il campo da gioco in terra battuta – dice il presidente della società sportiva Massimo Giuliani – non è più in grado di reggere l’attività della nostra scuola calcio. Abbiamo circa 400 iscritti tra squadre femminili e maschili di calcio a 11 e calcio a 5, e ci preme tutelare la salute e l’incolumità fisica dei ragazzi che le 400 famiglia ogni giorno ci affidano. I nostri bravi tecnici utilizzano i campi praticamente tutto l’anno senza interruzione, visto che d’estate attiviamo anche i centri estivi non solo per i nostri associati, ma per chiunque vuole venire a fare un’esperienza sportiva con noi". Costruito oltre mezzo secolo fa presenta evidenti segni di degrado. Qual è allora la soluzione? "Abbiamo pensato – risponde il presidente Giuliani – che sia venuto il momento che l’impianto principale dei Carissimi venga trasformato da terra battuta in sintetico. Per questo abbiamo fatto redigere un progetto generale ed esecutivo, con tanto di preventivo di spesa, che intendiamo donare all’Amministrazione comunale perché possa prevedere la realizzazione di un manto sintetico, un impianto di illuminazione al led, il rifacimento della recinzione, nuove panchine e porte da gioco, impianti di drenaggio e irrigazione". La spesa per il Comune di Fano si aggirerebbe intorno ai 600mila euro e darebbe una grossa risposta alla pratica sportiva dei quartieri Poderino, Fano 2, Fanella, Centinarola, Trave, che circondano l’impianto sportivo. Anche perché la società "Carissimi 2016" non intende stare con le mani in mano. In caso di accoglimento della richiesta presentata al Sindaco Massimo Seri e all’assessore allo sport Barbara Brunori è disponibile a metterci del suo. "Se il Comune ci viene incontro – afferma ancora il presidente Massimo Giuliani – anche noi siamo pronti ad investire: potremo rifare la tribunetta, aprire un punto di ristoro, un parco giochi per i bambini più piccoli e i genitori che aspettano i loro figli, un deposito per materiali sportivi. Inoltre sistemeremo il viale principale con alberature e panchine aprendolo ogni giorno al pubblico, in modo da far diventare un bel polmone di verde in una zona particolarmente urbanizzata, visto che dovrebbe partire anche la lottizzazione di Vitali Autolinee che confine proprio con i nostri impianti". Il centro sportivo è composto da due campi da calcio, il più grande in terra e il più piccolo già in sintetico, un campo polivalente, due spogliatoi e un magazzino.

Silvano Clappis