La sfida della prevenzione. Visite gratuite con l’Ant

Tumore alla tiroide, da oggi ci si può prenotare per un controllo. Poi gli esami saranno effettuati a inizio aprile in piazzale della Libertà.

La sfida della prevenzione. Visite gratuite con l’Ant

Da sinistra: Raffaella Pannuti, Paolo. Benedetti. e Germana. Severini

Da oggi sulla pagina pesarese del sito www.ant.it si potrà prenotare la propria visita medica gratuita, a prevenzione del tumore alla tiroide. C’è posto per 72 persone. "Le giornate di prevenzione in programma a Pesaro – osserva il medico Ant, Germana Severini – saranno tre e interesseranno le neoplasie della tiroide. I professionisti della Fondazione effettueranno ecografie per la diagnosi precoce di eventuali noduli tiroidei sospetti. Il referto medico verrà consegnato alla fine della visita che avverrà all’interno di un camper attrezzato dal punto di vista sanitario. L’appuntamento con quanti si prenoteranno sarà nei tre giorni previsti – 3,4 e 5 aprile – in piazzale della Libertà". Accanto a Severini, per il lancio dell’iniziativa, ieri in conferenza stampa, si è trovata anche la presidente nazionale di Ant, Raffaella Pannuti: "Questa opportunità di fare prevenzione è stata possibile grazie al sostegno finanziario della Banca di credito cooperativo di Pesaro. Non facciamo lo screening come fa il pubblico per altri tipi di malattie (tumore alla mammella, prostata…), ma contribuiamo alla prevenzione selezionando tumori che non rientrano nei tradizionali monitoraggi, come appunto è il tumore alla tiroide. Speriamo che l’esempio di Bcc possa essere seguito da altri mecenati per mettere a disposizione dei concittadini ulteriori visite gratuite".

Tra le due esponenti di Ant c’è Paolo Benedetti, direttore generale di Bcc Pesaro, che conclude invitando le persone a prenotare. "Siamo al fianco di Ant da 15 anni – osserva Benedetti –. Abbiamo sostenuto anche i loro percorsi di ricerca medica. E’ evidente la testimonianza di un Istituto come il nostro che mette al centro la cooperazione, di nome e di fatto. E’ un approccio che permette al nostro istituto di operare in modo sinergico con la comunità, attento al bene comune e ad un bene primario come la salute".

Nel ricordare che per Pasqua in giro in città ci saranno anche i banchetti per la raccolta fondi abbinata alla vendita di uova e colombe pasquali, quale autofinanziamento di servizi erogati gratuitamente alle persone, Severini, orgogliosamente fa il punto: "Sono 31 anni che Ant opera nel territorio, portando un servizio di assistenza domiciliare gratuito e h24. Abbiamo raggiunto 6mila persone. Concorriamo a Pesaro capitale della cultura salutista e solidale".