"Mama Mia!" Il musical made in Fano

Dopo il successo riscosso a Cattolica, appuntamento mercoledì al Politeama .

"Mama Mia!" Il musical made in Fano

Una scena dello spettacolo

L’esperienza del teatro é nata per gioco: è stata lo strumento per trovare un’alternativa alla strada. E ora da quel gioco è nata una bella opportunità di crescita personale e per qualcuno forse anche professionale. Arriva a Fano dopo il successo al Teatro della Regina di Cattolica, il musical "Mama Mia! puntini puntini puntini" dell’associazione fanese Happy Days: mercoledì 10 aprile alle 21 al Politeama (biglietto unico 15 euro).

Un gruppo di 15 giovani diretti da Fabrizio Bartolucci e Caterina Maggini trasporterà il pubblico nelle atmosfere di un’incantevole isola greca per rivivere una storia d’amore, di risate e di amicizia incorniciata dalle mitiche canzoni degli Abba. "E’ un lavoro ispirato al musical originale Mama Mia e fa riferimento anche al film che l’ha portato al successo - spiega il regista Fabrizio Bartolucci -. La particolarità è che è realizzato da un gruppo di giovani che non sono professionisti, quindi laboratoriali, ma con una bella determinazione. Abbiamo così puntato sulla loro energia. Questo lavoro è già stato presentato due mesi fa al Teatro Regina di Cattolica con un ottimo risultato direi: il pubblico era entusiasta, è piaciuta molto l’energia di questi giovani, la loro grinta dal punto di vista interpretativo. Una grinta che riesce a sopperire anche a qualche, chiaramente e naturale, mancanza tecnica in certi frangenti".

Uno spettacolo di canto, ballo e recitazione, tutto home made. "Abbiamo un paio di vocalità molto interessanti a cui abbiamo dato spazio - prosegue Bartolucci - dandogli l’opportunità di cantare dal vivo. Le altre canzoni invece sono quelle originali degli Abba su cui i ragazzi cantano sopra. L’impegno fisico delle coreografie è importante". C’è un anno di lavoro dietro, in cui la Maggini, ha avuto il merito di sdoganare, insieme ai registi, il teatro musicale tra i giovani fanesi, perseguendo il vero obbiettivo dell’associazione: "dare ai giovani del territorio un modo per divertirsi all’insegna dell’arte, della cultura e della musica".

Tiziana Petrelli