Quale testimonial? "Altro che Mancini L’uomo giusto per noi è Valentino Rossi"

Il consigliere regionale Andrea Biancani rilancia la proposta fatta ieri dal Carlino: "Ha tifosi in tutto il mondo che lo adorano, sarebbe il migliore per l’immagine della nostra regione".

Quale testimonial?  "Altro che Mancini  L’uomo giusto per noi  è Valentino Rossi"

Quale testimonial? "Altro che Mancini L’uomo giusto per noi è Valentino Rossi"

di Giorgia Monticelli

Tra i due litiganti il terzo gode, forse. Ed ecco che sbuca Andrea Biancani, consigliere regionale del gruppo Pd, per provare a smistare le carte in tavola sul possibile volto che pubblicizzerà la Regione Marche nel mondo.

Dopo la proposta del sindaco Ricci sul cambio nome del testimonial della Regione, segnalando quello del campione di salto in alto Gianmarco Tamberi (che comunque è già protagonista della promozione sui social) al posto dell’ex ct jesino Roberto Mancini, non si fa attendere il nome di Valentino Rossi tra le varie opzioni al vaglio dei piani alti della regione Marche. La proposta si accoda ad una interrogazione, portata avanti da tutto il gruppo Pd, riguardante "un ragionamento approfondito su quanto successo dopo le dimissioni di Mancini e il suo sbarco in Arabia Saudita – spiega Biancani –. Di certo non è un bel segnale per il Paese e questo atteggiamento non è stato accolto positivamente dai tifosi. Ma chi non ci ha mai deluso ed è sempre riuscito a portare la sua autenticità in giro per il mondo, senza mai scordarsi delle sue origini, è stato il campione di MotoGp Valentino Rossi che sarebbe perfetto per pubblicizzare la nostra terra grazie anche ai tanti tifosi internazionali che vanta".

Qualcuno potrebbe chiedersi perché non sia stato scelto anni fa Rossi come testimonial, vista la sua carriera leggendaria che è terminata ufficialmente lo scorso 14 novembre 2021, data entrata nella storia del mondo MotoGp, e la risposta è semplice: "Ci costava troppo – spiega Biancani –. Adesso che non è più un campione in corsa potremmo valutare un accordo con il pilota che rappresenta a pieno la nostra terra, vanta tifosi internazionali e sarebbe senza dubbio il volto più adatto ed efficace per le Marche. Tamberi? – risponde Biancani – In parte è già un nostro testimonial per quanto riguarda i social ma adesso è necessario ampliare gli orizzonti e guardare oltre. Se lo avesse l’Emilia-Romagna un pilota di questo calibro, non si farebbe sicuramente sfuggire una così grande opportunità. E poi – aggiunge – nulla ci vieta di cercare un ulteriore testimonial che sia estraneo al mondo calcistico o sportivo".

Rimane però impassibile il presidente Francesco Acquaroli che giusto qualche giorno fa nel rispondere alla proposta del sindaco di Pesaro Matteo Ricci, ha confermato il rapporto tra la Regione Marche e Mancini che, ha detto, "continuerà anche in futuro su strategie di promozione mirate più che mai ai mercati esteri". Ma la proposta di Biancani, in attesa di ulteriori risposte, non incassa curiosamente il parere positivo da parte di Francesca Paolucci, sindaca di Tavullia, che il 7 settembre consegnerà nelle mani del pilota le chiavi della città, ma che al riguardo non ha voluto esporre nessun tipo di opinione sul suo cittadino più illustre.