"Serve l’ospedale di base con il pronto soccorso"

Fossombrone, parla il comitato dei cittadini che domani organizza l’incontro "L’importante è la salute". "Leggeremo cosa prevede il piano sanitario regionale".

"L’importante è la salute". Titolo programmatico quant’altri mai per un incontro che si terrà domani sera alla sala del consiglio in municipio (20,45), organizzato dal "Comitato dei cittadini che rivogliono l’ospedale". Il Comitato spiega così la necessità di questo incontro: "In questi giorni si è riacceso sulla stampa il dibattito sul tema della salute dei marchigiani, sul funzionamento delle strutture sanitarie e sulla bozza di Piano Socio Sanitario Regionale (PSSR) 2023-2025, in particolare, per ciò che riguarda più strettamente Fossombrone, sulla sorte dei piccoli ex-ospedali. In mezzo a tante dichiarazioni contraddittorie, ad impegni presi pubblicamente e poi non più mantenuti, a fumisterie di vario genere, i cittadini rischiano di non capirci più niente, quindi di non sapere se e come la loro salute sarà dignitosamente tutelata dalla sanità pubblica o se dovrà fare sempre più ricorso alla sanità privata, dovendo pagare, per chi può, ciò a cui si dovrebbe avere diritto. In questa serata presenteremo le attività svolte dal nostro Comitato da un anno e mezzo a questa parte, per sensibilizzare la Regione a sostenere per Fossombrone l’essenziale passaggio ad ospedale di base con un vero Pronto Soccorso. E per chiarire ai cittadini ciò che è invece stato previsto dal nuovo Piano Sanitario, ne leggeremo assieme le parti su Fossombrone, chiarendone i contenuti". Interverranno: Beatrice Marinelli, Comitato ospedali pubblici Marche; Gloria Mei, portavoce del Comitato dei cittadini che rivogliono l’ospedale, consigliera di minoranza e già assessore comunale; Renzo Savelli, ex-assessore comunale e provinciale; Gabriele Bonci, ex sindaco; Cristiano Coin, componente Comitato. Presiederà Carlo Ruggeri, presidente Comitato ospedali pubblici Marche.

a.bia.