Stoccafisso alla Sanpietrana. Presto la certificazione

E’ la novità annunciata da Baldantoni in occasione del tradizionale pranzo. Unificate le ricette di tre arzille ultranovantenni: Pierina, Liliana ed Emiliana.

Stoccafisso alla Sanpietrana. Presto la certificazione
Stoccafisso alla Sanpietrana. Presto la certificazione

Novità assoluta quest’anno in occasione del tradizionale pranzo dello stoccafisso organizzato dal Circolo Arci di Villa Fastiggi. Oltre duecento persone hanno risposto ieri all’appello di Giorgio Baldantoni per degustare lo stoccafisso alla Sanpietrana insieme alla polenta allo stocco, pinzimonio, dolce della casa e vini bianchi e rossi dell’Azienda agricola "Il Conventino".

"Questa volta tre donne eccezionali – ha ricordato Baldantoni - mi hanno fatto un grosso regalo. Si tratta di tre signore arzille anche se ultranovantenni: Pierina Amadori, Liliana Tommassini ed Emiliana Fabbri che fino a qualche anno fa preparavano lo stoccafisso nel loro locale o nella loro abitazione con qualche differenza sostanziale. Ora abbiamo unificato le loro ricette ed è nato questo ottimo piatto che è in corso di valutazione dalla commissione DE.CO. (cioè la Denominazione Comunale di Origine dei prodotti del territorio) che attesta le tipicità e storicità del piatto".

"Siamo fiduciosi – continua speranzoso Baldantoni – e presto avremo, finalmente, in vista di Pesaro, Capitale della cultura 2024, la certificazione dello ’Stoccafisso alla Sanpietrana’. Senza dimenticare che parte del ricavato lo daremo al Comitato di Solidarietà di Villa Fastiggi che si adopera per aiutare le famiglie in difficoltà. Un grazie di cuore a tutti i volontari che ancora una volta sono stati encomiabili come sempre".

Sono intervenuti al pranzo del Circolo Arci numerosi politici, tra cui il sindaco Matteo Ricci, l’ex presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, alcuni imprenditori tra cui Nardo Filippetti che in serata festeggiava il suo compleanno; professionisti, ingegneri, architetti e medici.

Luigi Diotalevi