Tigri, un match in salita. C’è l’osso duro Novara

Il diesse Simone: "E’ una squadra costruita per obiettivi molto importanti". .

Tigri, un match in salita. C’è l’osso duro Novara

La Megabox in azione. Un impegno difficile con Novara

Dopo la pausa per dare spazio alle Final Four di Coppa Italia, la Megabox torna a giocare il campionato. Oggi alle 19 le tigri saranno in casa dell’Igor Novara, una vecchia conoscenza delle pesaresi. Sulla carta l’incontro è tutto in salita. Le locali infatti sono la terza forza del a 47 punti, a sole due lunghezze dalla Allianz Milano. Le piemontesi, allenate da Lorenzo Bernardi, sono reduci dalla vittoria nella gara di andata della finale della Challenge Cup al termine di una sfida molto combattuta, pur chiusa in tre set, contro le francesi del Neptunes Nantes. Nella Igor ha debuttato la schiacciatrice russa Marina Markova.

Quanto alla Megabox, il prezioso punto raccolto in casa con Scandicci ha riportato le biancoverdi al settimo posto in classifica a quota 28 punti, ma dietro stanno tornando sotto sia la Aeroitalia Smi Roma (ottava) a 27 punti e la Trasporti Pesanti Casalmaggiore (decima) a 23 punti, ormai a ridosso del Bisonte Firenze, nono a 24 punti. E nemmeno Pinerolo, sesta a 30 punti, può sentirsi completamente al sicuro. In questo fine settimana si consumano anche gli scontri diretti Roma-Casalmaggiore, Firenze in trasferta a Busto, Pinerolo a Milano.

"Novara è una squadra costruita per obiettivi molto importanti, ha quali punti di riferimento giocatrici di altissimo livello come Akimova, Buijs, Bosetti, Fersino e tante altre – avvisa il Direttore sportivo della Megabox Alessio Simone -. Ha avuto qualche risultato altalenante più dovuto alle tante partite giocate tra campionato e Coppa che per carenze di organico. Vengono dalla finale di andata di Challenge Cup, vediamo in che condizioni arriveranno alla partita. Noi non avremo nulla da perdere, ci proveremo come abbiamo fatto sempre".

b.t.