Un corso di autodifesa per le divise: "Migliora la sinergia e la sicurezza"

Si terrà da marzo alla Fight House. Tra gli istruttori, il campione mondiale di kickboxing, Valdinocci

Un corso di autodifesa per le divise: "Migliora la sinergia e la sicurezza"
Un corso di autodifesa per le divise: "Migliora la sinergia e la sicurezza"

Nel 2022 sono stati 2678 gli episodi, in Italia, di aggressione nei confronti degli operatori delle forze di polizia, tutte situazioni in cui non bastano le parole per risolvere e a volte gli operatori devono quindi ricorrere alla forza per difendersi. Ecco, risolvere queste situazioni in "sicurezza", evitando che si facciano male sia l’aggredito che l’aggressore, è l’obiettivo del "Corso di difesa personale per operatori delle Forze di Polizia", un nuovo progetto che il Siulp, sindacato italiano lavoratori di polizia ha avviato con l’Head Coach Jordan Valdinocci detentore di due titoli mondiali Kick Boxing K1, che farà da istruttore.

Un’idea nata sia per tranquillizzare la collettività sulla sicurezza del territorio ma soprattutto fornire una consapevolezza e tecniche di difesa personale ai colleghi di tuttte le forze di polizia, Esercito compreso, tanto che ieri la presentazione del corso è avvenuta nella caserma del 28° Reggimento Pavia.

"La formazione che offriamo non andrà a sostituire i corsi di addestramento professionale istituzionale previsti dal nostro Dipartimento, ma sarà una possibilità in più per gli Operatori – ha detto Marco Lanzi, storico segretario provinciale Siulp – Il corso fornirà approfondimenti sulle tematiche di autodifesa mediante l’apprendimento di specifiche tecniche di arti marziali. L’obiettivo è migliorare le capacità degli operatori impegnati sulla strada per garantire la sicurezza del nostro territorio rispondendo alle aggressioni in modo consapevole e sicuro tutelando sia la cittadinanza che la propria persona". L’idea è quella di un percorso formativo volontario per tutti gli operatori che vorranno affinare, dall’1 marzo fino a giugno, la propria tecnica investendo il tempo libero. "Questa è una bellissima iniziativa, la prima di questo tipo in Italia, che è d’esempio anche per tutte le altre Provincie.- afferma Emanuela Saveria Greco, prefetto - Una possibilità che un domani si potrebbe estendere verso più realtà e che porterà un giovamento per la collettività su una maggiore difesa volta a non utilizzare l’arma ma tecniche di autodifesa".

Il corso si svolgerà in via Toscana nella palestra della ’Fight House’ Pesaro. Presenti alla conferenza di ieri anche il colonnello Di Leonardo e il questore di Pesaro e Urbino Francesca Montereali, la quale ha evidenziato l’importanza formativa dello sport. Lei stessa ha detto di dedicarsi alle arti marziali.

Ilenia Baldantoni