Via Fratti, indietro tutta La pista ciclabile cambia le carte in tavola E la rotonda può sfumare

L’assessore Belloni: "Potrebbe essere troppo piccola e quindi pericolosa"

Via Fratti, indietro tutta  La pista ciclabile  cambia le carte in tavola  E la rotonda può sfumare
Via Fratti, indietro tutta La pista ciclabile cambia le carte in tavola E la rotonda può sfumare

di Solidea Vitali Rosati

La rotatoria su via Fratti verso via Madonna di Loreto, inserita nella riqualificazione dell’asse via Fratti, via Ponchielli e via Giolitti, potrebbe essere stralciata dal progetto. Il congiuntivo è d’obbligo perché, al momento, l’idea di rivedere la rotatoria chiesta dai residenti è solo una ipotesi al vaglio dei tecnici. In sostanza invece di realizzarla da subito, come da progetto, l’amministrazione sta pensando di non farla? "La faremo, solo se necessaria e mi spiego meglio", risponde l’assessore Enzo Belloni.

Prego.

"La rotatoria era stata inclusa nella progettazione quale deterrente alla velocità di scorrimento in quel tratto. Chi si deve immettere da via Madonna di Loreto, per ragioni di sicurezza, avverte l’esigenza di un imbocco garantito e agevolato. La rotatoria, rallentando il flusso avrebbe determinato l’espediente giusto allo scopo. Però, avendo realizzato la ciclabile, la carreggiata per i veicoli si è ridotta, con un doppio effetto: se da un lato provoca un naturale rallentamento del flusso, ha eroso lo spazio per l’espansione che meriterebbe l’opera".

Cioè?

"La rotatoria avrebbe una curvatura troppo risicata che paradossalmente ne potrebbe ridurre il grado di sicurezza".

In pratica, fatta la ciclabile, la rotatoria non ci sta più...

"Potrebbe essere un bottone troppo piccolo. Una volta fatta, potrebbe indurre gli automobilisti ad ignorare il senso rotatorio obbligatorio per tagliare, speditamente, dritto per dritto. Insomma una dinamica che vanifica le ragioni dell’opera. Il nostro obiettivo è quello di aumentare la sicurezza per quanti si immettono su via Fratti da via Madonna di Loreto, e non il contrario. Quindi...".

Quindi?

"Potrebbe essere più sicuro non fare la rotatoria anche in considerazione del fatto che la presenza della nuova pista ciclabile di via Fratti, i cui lavori sono quasi al termine, ha di fatto rallentato il flusso delle auto".

Insomma, state cambiando, per ragioni di sicurezza, il progetto di via Fratti?

"No, ma ammetto che stiamo riflettendo su cosa meglio fare. Vorremmo evitare di spendere soldi inutilmente. I tecnici vogliono una fase sperimentale con dei new jersey per accertarsi quale sia la migliore soluzione da adottare. Serviranno un paio di settimane per verificare l’impatto". Ecco perché, a giorni, compariranno i tradizionali new jersey, bianchi e rossi, in via Fratti all’altezza di via Madonna di Loreto.