La Carpegna Prosciutto under 19 batte la Virtus Bologna e rimane al vertice

La coppia Umberto Stazzonelli e Octavio Maretto piega l'agguerrita difesa dei felsinei dopo una vera battaglia

Da sinistra Umberto Stannonelli e Octavio Maretto

Da sinistra Umberto Stannonelli e Octavio Maretto

Pesaro, 28 novembre 2023 - Continua a splendere la strana coppia della Vuelle Under 19 composta da Umberto Stazzonelli e Octavio Maretto. L’altra sera alla Baia hanno liquidato anche la Virtus Bologna, solitamente avversaria nelle finali nazionali, ma quest’anno una della tante squadra competitrici nel girone Centro Est, diventato di ferro con il trasferimento di tutti i team bolognesi. I due 2004 che completano la prima squadra di Maurizio Buscaglia non hanno ancora trovato spazio in serie A e devono di conseguenza rifarsi ogni lunedì sera nel campionato under 19 alla palestra della Baia.

Un campionato equilibratissimo, differente da quello dell’anno scorso, dominato con 35 partite senza sconfitte fino alla semifinale nazionale dalla formazione di coach Giovanni Luminati. Puntando al bis della qualificazione alle finali nazionali di categoria, la coppia Stazzonelli-Maretto si è imposta quest’anno in quasi tutte le sfide, eccetto un’incredibile sconfitta al supplementare a Forlì, pur partendo all’inizio dell’ultimo quarto con un consistente vantaggio: +18. La Vuelle ha piegato a domicilio il forte Lanciano e nettamente alla Baia la volitiva Stamura Ancona. Pur avendo giocato una partita in meno i biancorossi sono in vetta a pari punti con Forlì ed Ancona e con due lunghezze di vantaggio su Fortitudo, l’avversaria di lunedì prossimo (ore 20,45) Santarcangelo e Lanciano, caduto a sorpresa e malamente l’altra sera nel deby con il Roseto.  

L’ultima vittoria, lunedì sera, contro la Virtus (84-71) ha visto Stazzonelli mettere a segno 31 punti, il suo top stagionale. Mentre Maretto, si è fermato a 18, complice una aggressiva difesa dei felsinei. L’italo argentino, che gioca da italiano di formazione dopo la convocazione in nazionale Under 20, ha già un top personale di 37 punti ed è il quinto marcatore del girone in una classifica individuale guidata da Pinza (Forlì) e Stefanov (Lanciano). La coppia di ferro è affiancata dal nuovo pivot Fainke (media realizzativa al tiro: 14,4 e tanti rimbalzi conquistati) e da un uomo ovunque come Giovanni Sablich, capace di conquistare rimbalzi, difendere e fornire assist a ripetizione. Interessanti anche Francesco Stazi e Francesco Siepi.

Mentre la squadra fino ad ora è stata anche capace di reagire al mese e più di infortunio del play tascabile Matteo Di Francesco, capitato proprio nella prima fase di Next Gen, giocata non benissimo a Varese. In realtà il settore giovanile della Vuelle pare aver deciso di puntare alla riconquista per il terzo anno consecutivo delle finali nazionali Under 19, più che alla riconferma della vittoria in Next Gen. Partendo dal fatto che lo scorso anno la squadra di Giovanni Luminati ha portato a casa con il quarto posto alle finali di Agropoli, un importante premio federale. Non sarà facile però conquistare i due posti a disposizione del girone della Vuelle con avversari della storia di Virtus, Fortitudo e Forlì, E società capaci di investimenti notevoli come Stamura Ancona, Santarcangelo, Lanciano e Roseto. Riuscirsi sarebbe l’ennesima impresa del settore giovanile biancorosso e porterebbe a lanciare due giocatori di talento come Stazzonelli e Maretto. Buon fortuna!