Fano L’esperto Dubaz per puntellare la difesa

La società ufficializza l’ingaggio dell’italo-croato ex Matera e Molfetta: ottanta presenze e tre gol in serie D. Anche Santi vicino

Fano L’esperto Dubaz per puntellare la difesa
Fano L’esperto Dubaz per puntellare la difesa

Partitella in famiglia contro la Juniores nella seduta del giovedì per l’Alma Juventus Fano, con un uomo in più che il presidente Russo ha regalato al tecnico Cornacchini per arricchire la rosa a sua disposizione. La società ha infatti annunciato ufficialmente il tesseramento di Emanuele Dubaz, difensore italo-croato classe 2000. Dubaz in passato ha vestito le casacche di Matera, Molfetta e Grumentum Val d’Agri collezionando ottanta presenze e tre gol in serie D. con un avvio di carriera in Croazia nelle giovanili di Novigrad Jgd e Rijeka, prima di arrivare in Italia con la Triestina Under 19. Vicino all’ufficialità anche l’attaccante classe 1990 Riccardo Santi, proveniente dall’Orvietana. Santi ha un curriculum di tutto rispetto con ventitré presenze in serie C e una rete tra Renate, Casale, Savona e Fertilia Alghero, a cui va a sommarsi la lunga esperienza in serie D con Clodiense, Adriese, Caldiero Terme, Cjarlins Muzane, Luparense, Delta Porto Tolle, Forli, Caronnese, Ponte San Pietro, Este e ultima l’Orvietana, per un totale di duecentosei presenze e sessantacinque gol. Sembra quindi tramontare l’idea del ritorno di Simone Mancini, che milita attualmente nel Chieti. Questi tasselli che si vanno ad aggiungere ad una rosa che, nonostante i risultati, è sempre stata competitiva, indica la voglia del presidente Russo e di tutta la società di risalire immediatamente la china e raggiungere il prima possibile l’obiettivo salvezza, e nonostante l’attuale ultimo posto in classifica nessuno dubita sul fatto che con mister Cornacchini al timone e qualche rinforzo sarà raggiunto. La squadra vuole riscattare immediatamente i due ko pesanti con Tivoli e Roma city, e sarà necessario ripartire dalla forza difensiva che è stata per queste prime gare la seconda migliore del girone, per poi andare a lavorare sull’attacco, che è attualmente il peggiore con soltanto otto reti siglate. Il Fano è stato costruito per giocare con il 3-5-2, uno schema che può essere comunque duttile, perché un tecnico può scegliere di giocare con i cinque dietro bloccati oppure con gli esterni alti, ma anche altre varianti. Mister Cornacchini nella partitella del giovedì ha comunque dimostrato di voler seguire questo schema provando Guerrieri tra i pali, Dubaz, Riggioni, Tomassini in difesa, Pensalfini, Antonioni, Urbinati, Cannavaro, Gonzalez a centrocampo, Tenkorang e Padovani duo d’Attacco. Nella ripresa spazio al resto della rosa. Lavoro differenziato per Mancini e Serges.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su