Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

"Controlli merci e passeggeri Servono dieci poliziotti in più"

Il terminal crociere
Il terminal crociere
Il terminal crociere

Aumentare l’organico, visto l’approssimarsi della stagione estiva, di almeno dieci poliziotti negli uffici preordinati al controllo dei passeggeri e merci che approdano ai terminal marittimi del porto di Ravenna. Lo chiede il parlamentare della Lega, e sindacalista del Sap, Gianni Tonelli, attraverso un’interrogazione al ministro dell’Interno Lamorgese. "Con la ripresa della partenza delle crociere internazionali dal porto turistico di Porto Corsini a Ravenna, insieme all’operatività dello scalo, si ripresenta la necessità di garantire gli opportuni controlli sui passeggeri in transito da e per l’Italia", spiega Tonelli che parla di un afflusso previsto "di circa 140.000 mila passeggeri", mentre "il piano della società che gestisce il terminal prevede il raggiungimento entro tre anni di "300.000 passeggeri annui". E in alcuni casi "è previsto l’arrivo contemporaneo di due Navi facenti Home Port, con conseguente raddoppio di croceristi". Contemporaneamente si devono assicurare i servizi anche al comparto commerciale", una media di 61mila marittima da controllare ogni anno".

Ciò comporterebbe, nel 2022, secondo i calcoli del parlamentare, a un totale di 330mila persone sottoposte a controllo. Attualmente, in servizio, l’Ufficio del porto di Ravenna "è composto da 5 addetti e 1 responsabile", mentre "servirebbero giornalmente minimo 4 unità (due al mattino e due al pomeriggio) in San Vitale e dalle 4 alle 6 unità per il terminal Crociere. Dovendo anche poter garantire la fruizione di riposi settimanali e ferie, appare evidente la necessità minima, per far fronte a tale situazione, che l’organico totale sia aumentato ad almeno 10 unità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?