Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

’E’ Vôlt d’Parël’ torna all’antico

Il voltone che collega piazza del Popolo a piazza Garibaldi riacquista l’indicazione settecentesca

Il voltone tra le due piazze (Foto Zani)
Il voltone tra le due piazze (Foto Zani)
Il voltone tra le due piazze (Foto Zani)

L’imponente volta che collega piazza del Popolo a piazza Garibaldi, il ‘voltone’ come familiarmente lo chiamano i ravennati, riavrà il suo nome, e cioè ‘E’ Vôlt d’Parël’, come era indicato nelle carte settecentesche della città. Lo ha deciso all’unanimità la commissione toponomastica del Comune e ora la delibera sarà discussa e votata in giunta, poi in consiglio comunale.

"Sarà la prima volta – spiega il vicesindaco Eugenio Fusignani – che Ravenna avrà un toponimo in dialetto, ma non per questioni ideologiche o politiche, ma semplicemente perché si tratta di un toponimo storico, settecentesco che viene recuperato. Quell’arco non aveva nome, ma nelle memorie ravegnane viene tramandato come la volta di Parel, a ricordare il nome del proprietario di una bottega che si trovava proprio lì". Nessun precedente ‘pericoloso’ dunque, solo la restituzione di un nome a uno dei luoghi simbolo della città, al quale i ravennati sono molto affezionati. Non ci sono molte notizie sul ‘voltone’, di sicuro però è presente in mappe antiche di Ravenna, in particolare del Settecento, dove viene indicato con accanto la bottega di questo Perrelli o Parelli che era, secondo alcune fonti, un sellaio.

Se ne trova notizia anche nei ‘diari sacri’ che indicavano i percorsi e le tappe delle processioni. Il ‘voltone’, secondo Silvio Bernicoli, era stato costruito da un tal Luigi Trombetti, muratore appassionato di architettura. In realtà Trombetti era intervenuto su una struttura già esistente. La nuova denominazione della volta si inserisce in un progetto più ampio, che è quello di un’ulteriore valorizzazione dell’intera area, in particolare della parte di piazza Garibaldi su cui si affacciano gli uffici delle Poste e la prefettura, progetto che prevede una risistemazione dei parcheggi nella piazza, così da creare un collegamento visivo con la Tomba di Dante che parta da piazza del Popolo e, attraversando il voltone, arrivi fino in via Alighieri.

a.cor.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?