E-Work "Due vittorie o finiremo ai playout"

Coach Seletti fissa gli obiettivi in vista delle prossime quattro partite. Troppe però stanno deludendo, da Cvijanovic a Booker

E-Work "Due vittorie o finiremo ai playout"
E-Work "Due vittorie o finiremo ai playout"

Più che dal lato tecnico, coach Seletti dovrà lavorare sull’E-Work dal lato mentale, perché la beffa subita negli ultimi secondi a Campobasso, inciderà sicuramente sul morale. La squadra ha mostrato senza dubbio grinta e carattere, ma ha anche confermato alcuni limiti quando le partite iniziano a diventare punto a punto, non avendo le armi e la lucidità per vincerle. È lo stesso Seletti ad ammetterlo come già tante volte lo aveva fatto in stagione. "Ci manca ancora qualcosa per portare a casa partite come quella di Campobasso – afferma –. Non bisogna dimenticare che abbiamo tante esordienti e che infatti soltanto tre giocatrici avevano già giocato in A1 ed inoltre tutte sono reduci da pesanti infortuni: ci sta quindi pagare lo scotto in questi primi mesi. A Campobasso abbiamo impiegato un po’ di tempo per prendere le misure alle nostre avversarie su giochi su cui eravamo preparati e mi è dispiaciuto soltanto questo della partita, perché poi siamo migliorati e ce la siamo giocato fino alla fine".

L’E-Work è arrivata ad un bivio della stagione: entro Natale dovrà cercare punti nelle gare casalinghe con Sesto San Giovanni di domenica e con Sassari (domenica 17) e nelle trasferte a Roma e a Ragusa, per non dover vivere un campionato di anonimato fino ai playout di aprile. "Vogliamo due vittorie nelle prossime quattro per dare un senso al girone di ritorno: diversamente ci prepareremo ai playout, perché altrimenti, pur essendo ancora a dicembre, non riusciremo a riprendere chi ci sta davanti e il nono posto sarà difficile da raggiungere". Il problema delle faentine è soprattutto in attacco dove la sola Tagliamento ha punti nelle mani, potendo sempre trovare il canestro decisivo. Dixon sta ben figurando come dimostra anche la ‘doppia-doppia’ di Campobasso con 13 punti e 17 rimbalzi, e Spinelli sta ritornando in piena forma potendo dare il proprio contributo, ma a parte loro poche garantiscono punti.

Bene anche Franceschelli, che sta facendo un ottimo lavoro in difesa ma non le si possono chiedere prestazioni offensive sopra le righe, e Peresson, che segna triple ma non con continuità. Le altre stanno invece deludendo. Cvijanovic non ha un rendimento costante ed è calata dopo le buone prestazioni di un mese fa, Booker è un ‘oggetto misterioso’ che sta mostrando una involuzione dopo aver dato segnali di ripresa, e Brossman non sta garantendo né punti né rimbalzi e il suo contributo è imprescindibile per l’E-Work. Non resta quindi che lavorare per provare a vincere qualche partita pur se in tutte e quattro le prossime sfide le faentine partono sfavorite.

Luca Del Favero

Continua a leggere tutte le notizie di sport su