Il Ravenna è in emergenza: "Voglio tornare a segnare"

Campagna, Spezzano, Diallo, Agnelli e Magnanini saranno out con S.Marino. Scalpita il bomber Tirelli: "Penso al gol. Non dobbiamo avere ansie".

Il Ravenna è in emergenza: "Voglio tornare a segnare"

Mattia Tirelli con 9 gol è il capocannoniere dei giallorossi (foto Zani)

Anche Campagna marca visita. Per la sfida di domani contro la Victor San Marino è dunque emergenza in casa giallorossa per mister Gadda, che dovrà fare a meno pure di Spezzano (ecografia negativa, ma dolore persistente) e degli squalificati Diallo, Agnelli e Magnanini. Ad affilare le armi c’è allora Mattia Tirelli, capocannoniere del Ravenna con 9 reti e dunque ad un passo dalla doppia cifra, ma a secco da 7 turni: "Sono un attaccante e mi piace fare gol. È normale che pensi al gol. Sarebbe importante segnare, ma come lo sarebbe quella dopo e quella dopo ancora, per ritrovare un po’ di fiducia sotto porta. Tuttavia, la forza di un giocatore sta anche nel capire i momenti. Ci sono momenti in cui la palla ti rimbalza addosso ed entra, e altri periodi in cui i portieri fanno i miracoli. Prima di tutto vengono gli obbiettivi di squadra, ma sono convinto che, continuando così, tornerò a segnare". La sfida contro la Victor San Marino non è banale: "È una partita importante, ma noi non dobbiamo farci prendere da ansie o tensioni, perché, come diciamo da inizio stagione, nessuno ci ha chiesto niente. È vero che, a questo punto del campionato, vogliamo provarci, però dobbiamo affrontare le partite una per una con entusiasmo, cattiveria e voglia di divertirci e, soprattutto, senza crearci delle tensioni inutili, che magari rischiano di non farci giocare con la testa libera".

Nel match di andata il Ravenna incassò la prima sconfitta stagionale: "È un ko che non fa testo – ha proseguito Tirelli – anche perché non si poteva pensare di non avere mai giornate negative nel corso di una stagione. Fu una partita strana, una delle prime giocate sul sintetico e su un campo piccolo. Il 1° tempo primo tempo lo giocarono meglio loro, ma, se nella ripresa fossimo riusciti a pareggiare, non ci sarebbe stato nulla da dire, perché dimostrammo una grande forza mentale. D’altronde, quando si va sotto di 2 gol poi, è sempre difficilissimo cercare di riportare il risultato dalla tua parte". Il Ravenna accorciò le distanze con un autogol: "Fu una azione un po’ rocambolesca su cross, se non ricordo male, di Agnelli. La palla è arrivata in mezzo e, De Queiroz, per cercare di anticipare noi attaccanti che eravamo in area di rigore, si fece autogol".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su