Lotesoriere (Blacks Faenza). Serie B Blacks e OraSì, impegno differito

Faenza in campo oggi in Puglia alle 18. Tanti assenti nei Lions. Ravenna domani alle 20.30 a Jesi per continuare la striscia di vittorie .

Serie B Blacks e OraSì, impegno differito
Serie B Blacks e OraSì, impegno differito

L’OraSì va a caccia del quinto successo consecutivo, che sarebbe già il terzo lontano da Ravenna, sul difficile campo del PalaTriccoli, la casa della General Contractor Jesi. Lo farà nel posticipo di domani alle ore 20.30. I marchigiani si trovano al quinto posto della classifica con 16 punti, frutto di 8 vittorie, 5 delle quali ottenute in casa a fronte di una sola sconfitta.

In attacco viaggiano a 74.5 punti a partita e vantano le migliori percentuali nel tiro da 3 (36%), seconde soltanto a quelle della capolista Ruvo di Puglia. Dall’arco dei 6.75 ottengono infatti quasi 27 punti a partita, mentre dalla lunetta, dove risultano la formazione migliore con il 79%, viaggiano sui 15 punti a partita. Jesi è in cima alle classifiche anche per quanto riguarda le palle recuperate con 8.1 a partita. Anche difensivamente risulta una delle migliori squadre del girone B: concedendo appena 70.8 punti a partita vanta la terza difesa del campionato. Lorenzo Varaschin, centro di 197 centimetri, è l’uomo più pericoloso tra i marchigiani: segna quasi 14 punti a partita e cattura circa 8 rimbalzi, ma sono tante le bocche da fuoco. Casagrande, Marulli, Merletto, Rossi e Filippini sono tutti elementi in grado di colpire.

"È una squadra tosta – conferma coach Bernardi – forte ed esperta. Ho visto la partita di Imola, erano partiti molto male, 14 a 0 per la Virtus ma, come in altre occasioni, non si sono scomposti. Mantengono il loro ritmo, ma rimangono in partita, macinano il loro gioco con esperienza. Per noi sarà un bel test in questo momento positivo che stiamo attraversando. Con loro non possiamo avere cali come quelli che abbiamo avuto nei primi due quarti con Padova". Da parte sua l’OraSì ha dimostrato di poter stare in campo anche con le più forti e, se questo valeva già all’inizio della stagione, nelle ultime settimane il cambio di passo dei giallorossi è apparso evidente. La qualità delle giocate difensive ha reso la squadra più concreta sia a rimbalzo che in attacco dove, nelle ultime due gare, è andata oltre i 90 punti segnati.

"Dovremo tenere il ritmo alto però, per farlo, bisogna partire da dietro, dalla difesa e dalla sua intensità. Se non ci metti quello non puoi correre. E in più sarà necessario avere il controllo dei rimbalzi. Siamo contenti delle quattro vittorie ma non è cambiato niente. Siamo sempre gli stessi. Stesse riunioni video basate sulle cose che sbagliamo per poterle migliorare e sulle cose che facciamo bene sia in attacco che in difesa per avere la convinzione che quello che facciamo è il nostro percorso. Gli allenamenti devono essere sempre così intensi, sempre al 150% dell’intensità, della tensione: solo se si lavora così nel lungo periodo si possono avere dei risultati". E su Panzini: "Ha fatto qualche allenamento in più, mi sembra un po’ meglio, però con lui dobbiamo veramente avere pazienza. Non possiamo avere fretta".

Stefano Pece

Continua a leggere tutte le notizie di sport su