Serie B. Barbolini: "Mosaico, miglioreremo». L’Olimpia a mani vuote a Bologna

Il Mosaico Jr, MyTech Cervia e Pietro Pezzi affrontano le loro partite con risultati diversi, ma tutte le squadre raccolgono un punto per la classifica. La Olimpia Teodora partecipa ad un'importante iniziativa contro la violenza sulle donne. La società si prepara a celebrare i risultati sportivi e l'impegno nel sociale.

Barbolini: "Mosaico, miglioreremo". L’Olimpia a mani vuote a Bologna
Barbolini: "Mosaico, miglioreremo". L’Olimpia a mani vuote a Bologna

Il Mosaico colleziona contro il Volley Modena l’ottava sconfitta consecutiva, ma raccoglie un punto per la classifica (il quarto) e sperimenta una nuova formazione (Engaldini in regia, con gli inserimenti di Vingaretti, dimostratisi utili soprattutto al servizio e il supporto di Ollino in posto quattro) che consente al tecnico Barbolini di affermare: "Abbiamo trovato una linea di gioco, ora sappiamo dove intervenire per migliorare". La classifica è brutta, ma il tempo per recuperare c’è. Dopo un primo set disastroso e un secondo in cui qualche sprazzo ha consentito di sfiorare il pareggio, la squadra ravennate si è riorganizzata, sbagliando meno, aumentando di efficacia a muro e in difesa, con bottini d’attacco ben ripartiti fra tutte le schiacciatrici e una grinta ritrovata. Il quinto set partito subito male (0-4) ha fatto capire però che la continuità è ancora lontana.

Il Massa Volley si aggiudica autorevolmente il derby col Mosaico Jr, rimontando il set d’apertura perduto e mantenendosi nelle zone alte della classifica. L’Olimpia Teodora esce dal "Madison" di Piazza Azzarita - 3-0 per il Progresso Volley - con l’orgoglio di aver partecipato ad un’importante iniziativa nel quadro della lotta alla violenza sulle donne, di aver giocato in un impianto prestigioso (dove le "imperatrici" vinsero il terzo e il nono scudetto), ma con una prestazione negativa, dove è prevalso il disorientamento in un ambiente così diverso dalle palestre normalmente frequentate, che fa perdere una preziosa occasione di rilancio per un piano-salvezza difficilissimo.

Nessuno sgarro al pronostico nella trasferta della MyTech Cervia che viene sconfitta sul campo della capoclassifica Riccione, ma strappa un buon set (il quarto, ai vantaggi) e saluta l’ingresso dell’olandese-romagnola Weersing nel ruolo di team manager.

Strada chiusa per la Pietro Pezzi, che rimane in gara solo per i primi due set nella trasferta di Loreto.

La società si prepara al tradizionale ritrovo di fine anno in cui celebrare i risultati sportivi (la classifica rimane più che accettabile) e il proprio impegno nel sociale, tratto distintivo nella sua giovane storia.

Marco Ortolani

Continua a leggere tutte le notizie di sport su