Anche il fabbro è un percussionista: nasce lo spettacolo degli artigiani

Comincia a prendere forma il progetto che il 31 agosto animerà un evento memorabile.

Anche il fabbro è un percussionista: nasce lo spettacolo degli artigiani

Parte degli artigiani che diventeranno attori grazie al teator di Giorgio Battistelli

Un evento particolare e straordinario sta prendendo forma in Appennino con le prime prove di un’opera-paese di teatro musicale di Giorgio Battistelli che andrà in scena il 31 agosto prossimo all’interno del ’Nonfestival’, L’uomo che cammina’, che da diversi anni anima con grandi appuntamenti culturali la montagna.

Già si stanno muovendo i primi passi che hanno con l’obiettivo di coinvolgere buona parte della comunità appenninica mettendo in relazione e valorizzando le attività del territorio attraverso l’opera-paese di Battistelli, un’operazione audace che porta sulla scena dei veri artigiani e i loro utensili per dar vita a un mondo di suoni e di gesti oggi in via di estinzione. Working class è una creazione di Giorgio Battistelli che ha come protagonisti artigiani, voci femminili naturali, un percussionista e un attore. Mentre vengono recitate le storie degli artigiani, le didascalie delle illustrazioni dell’Encyclopédie illuministica di Diderot e D’Alembert, che descrivono gli attrezzi dei mestieri rappresentati sulla scena, fanno risorgere un autentico villaggio di suoni.

Alla fine della rappresentazione ogni artigiano realizza sulla scena il proprio manufatto, in perfetta sincronia con i tempi musicali e teatrali previsti dalla partitura, in un gioco d’incastri timbrici e ritmici che esaltano gesti forgiati da un’antica tradizione. Questi gli autentici artigiani dell’Appennino reggiano conosciuti ed apprezzati dall’intera comunità della montagna: il pasticcere Strabba, i muratori Corrado Spadaccini, Oliviero Rivi, i falegnami Nildo Leurini, Dino Costetti, i fabbri Franco Romei, Danilo Canovi, i selciaioli Giancarlo Giacopelli, Mauro Fioroni, lo scalpellino Dario Severi, i calzolai Gianluca Tagliamonte, Alberto Daviddi, l’arrotino Rino Albertini, i battitori di forme Antonio Albertini e Danilo Rossi, numerose voci tra cui Donatella Zanni, Katia Sentieri, Emanuela Romei, Natascia Zambonini, Marina Coli, Franca Iori, Zelinda Manfredi, 10 giovani musicisti del gruppo reggiano Icarus vs Muzak, l’attore Pierluigi Tedeschi, il tutto coordinato dai preparatori musicali Dina Bartoli, Mirko Ferrarini, Marco Pedrazzini.

Settimo Baisi