Cantieri senza sicurezza. Chiusi e multe a 6 imprese

I carabinieri hanno controllato ponteggi, sistemi elettrici e piani operativi. In totale sono scattate sanzioni per 260mila euro. Blitz anche in provincia.

Cantieri senza sicurezza. Chiusi e multe a 6 imprese

I carabinieri del nucleo Tutela Lavoro durante i controlli

Ponteggi poco sicuri, mancanza di piani di sicurezza e dispositivi antincendio, lavoratori troppo vicini a parti elettriche attive: è solo una parte di ciò che il Nucleo Operativo del Gruppo Carabinieri Tutela Lavoro di Venezia, coadiuvato dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Reggio e dalle Compagnie CC di Reggio e Guastalla ha rilevato in alcuni cantieri della nostra provincia. Sette in tutto sono risultate le imprese irregolari, con sei attività sospese e sanzioni complessive per oltre 260.000 euro. Le violazioni riscontrate in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro sono state numerose, tra cui il già citato utilizzo non adeguato di impalcature e ponteggi ma anche molto altro: distacchi eccessivi del piano di calpestio del ponteggio dalla muratura, mancanza di parapetti e impalcature di sicurezza per eliminare il pericolo di cadute dall’alto, omissioni di vigilanza da parte dei datori di lavoro, dei responsabili di cantiere, dei Cse (coordinatori in fase di esecuzione dei lavori), dei preposti e dei lavoratori autonomi. Nel comune capoluogo in un unico cantiere sono state 2 le imprese sanzionate, con altrettante sospensioni dell’attività, per 15 violazioni totali: mancavano montaggi e ponteggi necessari per scongiurare il rischio di cadute di lavoratori o materiale, ma anche le verifiche per la messa a terra degli impianti elettrici e per le attrezzature di cantiere, oltre che i controlli sulle funi delle gru. Violazioni gravi, che hanno appunto comportato la sospensione delle 2 imprese e ammende per oltre 90mila euro. Addirittura 120.000 euro di sanzioni complessive a tre ditte edili operanti in uno stesso cantiere di Montecchio Emilia, per 12 violazioni totali. Irregolarità nell’utilizzo e montaggio di ponteggi con aperture verso il vuoto, mancanza di dispositivi antincendio, requisiti minimi del Piano operativo di sicurezza e del Piano di montaggio uso e smontaggio del ponteggio non rispettati le cause di queste multe. A Cadelbosco di sopra, infine, sono state riscontrate sei violazioni da parte di 2 imprese, con una sospensione per violazioni sulla sicurezza e 50mila euro di ammende. Anche lì si sono registrate irregolarità nei ponteggi e distacco eccessivo del piano di calpestio, ma anche criticità nell’impianto elettrico, esecuzioni di lavori in prossimità di parti elettriche attive e mancanza del già citato ‘Pimus’.

Tommaso Vezzani