"Caos condomini, le banche collaborino"

Amministratrice indagata, Azione: "Preoccupati, indispensabile accedere agli estratti conto". "Vittima" anche il Comune di Casalgrande

"Caos condomini, le banche collaborino"
"Caos condomini, le banche collaborino"

"Rinnoviamo il nostro appello per un’azione congiunta che preveda la massima disponibilità da parte delle banche affinché si possano intraprendere i passi necessari verso la risoluzione di questa situazione critica". Azione Scandiano, attraverso il suo coordinatore Davide Massarini (foto piccola), chiede la massima collaborazione agli istituti di credito dopo la vicenda dell’amministratrice condominiale Graziella Castiglioni, indagata dalla Procura per truffa, appropriazione indebita e sostituzione di persona. Un caso che sta creando apprensione e rabbia tra tante persone per bollette inevase, utenze a rischio, probabili buchi nei conti correnti condominiali. "Azione Scandiano – evidenzia Massarini – esprime profonda preoccupazione e stigmatizza con fermezza la situazione emersa attorno allo ‘Studio Graziella Castiglioni amministrazione condomini’ che ha gettato centinaia di famiglie nell’incertezza dopo l’annuncio della cessazione improvvisa delle sue attività. Questo evento ha lasciato scoperte numerose irregolarità finanziarie con molti condomini che si ritrovano ora con servizi non pagati nonostante il versamento delle quote condominiali". Per Massarini serve un’analisi "approfondita e trasparente, elemento sottolineato durante l’incontro organizzato da Adiconsum e Cisl al teatro Boiardo. È emerso che per comprendere appieno la portata del problema e valutare le soluzioni, è indispensabile accedere agli estratti conto bancari degli ultimi anni relativi ai conti condominiali gestiti dallo studio. Tuttavia l’applicazione della legge costringe alla riluttanza gli istituti di credito nel fornire i documenti e questo ostacola significativamente questo processo". Azione chiede con "forza agli istituti di credito una collaborazione senza precedenti. La fiducia e sicurezza dei cittadini e delle loro famiglie sono in gioco e solo attraverso uno sforzo collettivo potremo aspirare a ripristinare ordine e serenità nelle nostre comunità". Massarini assicura che Azione Scandiano si impegna a rimanere in prima linea in questa battaglia per la "trasparenza e la giustizia, supportando i concittadini e lavorando insieme ad autorità e istituti di credito". Lunedì all’incontro (foto grande) è stato spiegato che bisogna nominare subito un nuovo amministratore. Adiconsum, Sicet e Cisl Emilia Centrale hanno messo a disposizione un modulo per aiutare le assemblee di condominio, anche per affrontare ulteriori questioni urgenti, a cominciare dal mandato al nuovo amministratore per la verifica dell’esatta situazione contabile e amministrativa. Intanto spunta anche Casalgrande tra i comuni coinvolti.

m. b.