Cronisti in classe, si riparte. Da martedì gli articoli degli studenti delle medie

Quest’anno saranno dodici le scuole partecipanti. La prima a scrivere sarà la Panizzi di Brescello. Gli studenti coinvolti si confronteranno attraverso la redazione di tre pagine (per ogni istituto).

Cronisti in classe, si riparte. Da martedì gli articoli degli studenti delle medie
Cronisti in classe, si riparte. Da martedì gli articoli degli studenti delle medie

Ci siamo. Martedì prossimo, 6 febbraio, riparte il Campionato di Giornalismo – Cronisti in Classe, progetto organizzato dal Qn-Resto del Carlino e arrivato alla ventiduesima edizione.

E con l’attesa iniziativa ritornano i nostri giovanissimi cronisti, studenti delle scuole secondarie di primo grado, a raccontare ai lettori del Carlino il loro sguardo sulla realtà che li circonda e li accompagna nel percorso di crescita.

Sono dodici quest’anno le scuole in gara, in città e provincia. Gli istituti cittadini che partecipano alla gara sono Alessandro Manzoni e Sandro Pertini 2. A cui si aggiunge dal forense la scuola media Galileo Galileo, succursale di Mancasale. E poi le scuole Carlo Levi di Campegine, Antonio Panizzi di Brescello (a cui martedì prossimo spetterà il compito di rompere il ghiaccio), Enrico Fermi di Rubiera, Papa Giovanni XXIII di Castellarano, Francesco De Sanctis di Poviglio, Ezio Comparoni di Bagnolo, Dante Alighieri di Bibbiano, Lelio Orsi di Novellara e Antonio Allegri di San Martino in Rio. Le dodici scuole che hanno deciso di prendere parte alla sfida si confronteranno attraverso la redazione di tre pagine (per ogni istituto) nelle quali presenteranno loro articoli, interviste, commenti, approfondimenti di temi da loro scelti. Corredati da fotografie e disegni (per i quali lo scorso anno è stato indetto un premio specifico, per la bellezza dei lavori creati dai ragazzi).

Trentasei le uscite a partire dal 6 febbraio, a cadenza di due o tre volte la settimana, fino al 21 maggio. A cui seguirà la cerimonia di premiazione, a cui parteciperanno i ragazzi accompagnati da insegnanti e dirigenti scolastici. Oltre alla giuria, formata come sempre da autorità di città e provincia.

Presenti anche gli sponsor che sosterranno le scuole durante il progetto e li premieranno per gli articoli inerenti le loro mission aziendali.

Iren, EmilBanca e Realco sono per l’edizione 2024 i mecenati che garantiranno la realizzazione dell’iniziativa. Inoltre, ogni scuola riceverà (in coincidenza della pubblicazione delle pagine dedicate a Cronisti in Classe) alcune copie del Resto del Carlino, da leggere e commentare. Sarà poi possibile votare gli articoli scritti dai giornalisti in erba attraverso un sito dedicato, sul portale www.ilrestodelcarlino.it/reggio, decretando lo scritto che ha ricevuto maggior gradimento dai lettori.

A conquistare il gradino più alto, lo scorso anno, è stata la scuola media Lelio Orsi di Novellara. Al secondo posto l’istituto Antonio Allegri di San Martino in Rio e al terzo l’Alessandro Manzoni di Reggio Emilia. Gli studenti hanno ricevuto i premi (buoni per acquisto di strumenti informatici) dalle mani dei giurati: l’onorevole Ilenia Malavasi, il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giorgio Zanni, l’assessora all’educazione del Comune di Reggio Raffaella Curioni, la consigliera provinciale con delega all’istruzione ( e sindaco di Novellara) Elena Carletti. Premio speciale alla scuola Antonio Panizzi di Brescello, premio social per l’articolo più votato su internet alla Comparoni di Bagnolo e premio per il miglior disegno alla scuola Bismantova di Castelnovo Monti, che ha inoltre vinto un assegno di 300 euro, consegnato da Gianluca Gibertini, vice presidente area territoriale di EmilBamca. Altro premio sponsor – di 500 euro - è andato alla scuola Dante Alighieri di Bibbiano da parte di Iren, portato ai ragazzi da Arturo Bertoldi, responsabile di Eduiren.

L’edizione 2023 ha poi regalato nuovamente il momento più emozionante del progetto: la cerimonia di conclusione e premiazione, al Centro Internazionale Loris Malaguzzi, a cui hanno partecipato di nuovo gli studenti – dopo quattro anni di assenza imposti dall’emergenza sanitaria conseguente al covid - che ha reso di nuovo viva e piena di energia la festa al termine del Campionato di Giornalismo. Una presenza che mancava, colmata dagli oltre duecento cinquanta piccoli cronisti, i veri protagonisti dell’iniziativa, che hanno ancora una volta portato il loro entusiasmo e lo spirito di sana competizione che alimenta il concorso che il Resto del Carlino dedica alle nuove generazioni, coinvolgendole non soltanto nella lettura del quotidiano ma anche nel lavoro che sta dietro la realizzazione di un articolo e di una pagina di giornale.