Domenica si corre la Maratona di Reggio. Sulle strade 1600 atleti, 22 Paesi in gara

Confermati partenza, percorso e le due iniziative collaterali: la 10 miglia goliardica e la camminata di 4 km per tutti a scopo benefico

Domenica si corre la Maratona di Reggio. Sulle strade 1600 atleti, 22 Paesi in gara

Domenica si corre la Maratona di Reggio. Sulle strade 1600 atleti, 22 Paesi in gara

Coniugare la quantità alla qualità: è questo l’obiettivo della Maratona di Reggio Emilia, Città del Tricolore, la cui 27ª edizione partirà domenica alle 9 da piazza della Vittoria. Buoni atleti, dunque, tanti atleti e soprattutto un’organizzazione semplice ma sempre molto accurata. Alla presentazione ufficiale della gara c’erano il sindaco Luca Vecchi e l’assessore allo sport Raffaella Curioni, Giammaria Manghi per la Regione, Giorgio Zanni per la Provincia, Marco Prandi per il Consorzio Parmigiano Reggiano e maratoneta lui stesso, Mauro Rozzi per la Fondazione dello Sport, Azio Minardi per la Uisp e ovviamente Paolo Manelli, presidente di Tricolore Sport Marathon.

Tutti hanno sottolineato l’importanza di questo evento che è entrato nel cuore dei reggiani e che fa parlare di Reggio anche oltre confine. Non cambia il percorso che va verso il giro di boa a Montecavolo, conferme per le due manifestazioni collaterali, la "10 miglia", goliardica run non-competitiva a tema favole e fiabe e anche la "Coop Run", camminata di 4 km aperta a tutti e il cui ricavato andrà a 10 onlus reggiane (Casina dei Bimbi, Lilt, Associazione Diabetici, Aima, Gast, Avis, Unicef, Grade, FunRun, Admo).

Confermato anche il centro maratona al PalaBigi di via Guasco, che ospiterà stand espositivi, segreteria per ritiro pettorali e pacchi gara, poi deposito borse, servizi, docce e spogliatoi. Ad oggi gli iscritti sono 1600 alla maratona, 350 alla "10 miglia" e 300 alla "Coop Run"; dall’estero saranno presenti atleti di 22 Paesi, mentre oltre 400 sono i volontari che saranno impegnati nelle varie mansioni, più volte citati e ringraziati nella presentazione ufficiale.

A guidare il plotone dei migliori, sino al 21° chilometro, ci sarà il 21enne casalgrandese Federico Rondoni allenato da Stefano Baldini, già campione italiano junior sulla distanza di mezza nel 2021.

Ed eccoci ai top runner già confermati: in campo maschile ci sarà Jean Baptiste Simukeka, quarantenne del Ruanda che da molti anni vive in Italia. E’ alla settima maratona reggiana, con in archivio due vittorie e tre secondi posti. Non punterà alla vittoria, vista la presenza del più giovane keniano Eric Riungu (esordiente in maratona) e del siciliano e azzurro Giuseppe Gerratana che vanta un ottimo 2h.14’44’’. E poi ancora il romano Luca Parisi, Roberto Graziotto e il toanese Simone Corsini alla ricerca di un exploit per un podio reggiano che manca dal lontano 1998 ad opera di Graziano Costi.

Tra gli altri reggiani, molto ci si attende da Enrico Rivi e Federico Ganassi Spallanzani. Saranno presenti anche otto atleti disabili, provenienti da Toscana e Veneto.