E-commerce boom: +28% Poste rafforza le consegne

Aumentano i pacchi ordinati via internet, l’azienda riorganizza servizi ad hoc. Orari estesi, punti self-service ed esercizi affiliati per la distribuzione puntuale.

E-commerce boom: +28%  Poste rafforza le consegne
E-commerce boom: +28% Poste rafforza le consegne

I pacchi consegnati per l’e-commerce sono aumentati del 28% in provincia di Reggio. Un dato che porta Poste Italiane ad implementare nuovi servizi su misura e mezzi ’green’.

Negli ultimi sei anni Poste Italiane, attraverso investimenti tecnologici, alleanze con partner strategici e l’attivazione di servizi sempre più vicini alle esigenze dei cittadini e delle imprese attive nella vendita di prodotti via internet, ha rafforzato ed innovato il proprio modello di recapito nel reggiano. Nella nostra provincia conta sette centri di distribuzione (Reggio, Bibbiano, Correggio-Carpi, Scandiano, Guastalla, Castelnovo Monti e Castelnovo Sotto) con consegna sia al mattino sia al pomeriggio fino alle 19.45 dei pacchi e dei prodotti e-commerce. In aggiunta a questo, sempre nel reggiano, si è consolidata la rete “Punto Poste” per il ritiro degli acquisti online e la consegna di resi grazie ai 118 tabaccai e altri esercizi affiliati, a cui si aggiungono 90 uffici postali e 22 locker, ossia i punti self-service con orari di apertura estesi attraverso i quali è possibile anche effettuare il reso dei propri acquisti online. L’azienda inoltre pone grande attenzione alla sostenibilità ambientale. In tutta la provincia pacchi e corrispondenza viaggiano completamente “green”: su un totale di 248 mezzi, sono 48 i veicoli completamente elettrici e 103 quelli a basso impatto emissivo.

Non solo investimenti tecnologici, ma anche nuove assunzioni e stabilizzazioni. Tra queste ultime, c’è quella di Claudio Liconso, addetto al recapito della linea mercato di Mancasale, Massenzatico e Gavassa. Portalettere, 28 anni, con una laurea economia, è stato assunto con un contratto a tempo indeterminato a novembre scorso. "Sono consapevole del mio ruolo – racconta Claudio – e di rappresentare un punto di riferimento sia per i giovani sia per gli anziani con cui cerco un contatto diretto per conquistare la loro fiducia. Per tutti quelli che forniscono i dati e le istruzioni necessarie per far arrivare alla corretta destinazione il plico gli invio un sms o li contatto per concordare tempi e luogo sicuro di consegna. Questo metodo mi permette sia di non essere in overloading e sia di aumentare le possibilità che la spedizione venga consegnata al primo tentativo riducendo così il numero di resi a fine giro".